Nuovo lavoro e confini da tracciare

di Teresa Barone

scritto il

Come iniziare una nuova avventura professionale senza che il lavoro invada anche la sfera privata.

Il desiderio di fare buona impressione, quando si inizia un nuovo lavoro, rappresenta spesso un’arma a doppio taglio, soprattutto se non si riesce fin da subito a tracciare confini e imporsi alcuni limiti.

=> Attenzione al primo giorno di lavoro 

Recarsi sul posto di lavoro in anticipo e trattenersi oltre l’orario, oppure prendersi carico di mansioni aggiuntive da seguire: questi comportamenti finalizzati a iniziare con il piede giusto rischiano, tuttavia, di rendere vana la ricerca di un equilibrio tra professione e vita privata, creando aspettative eccessive da parte di capo e colleghi.

Mostrarsi coinvolti e interessati è il primo passo per integrarsi al meglio, sforzandosi di essere il più trasparenti possibile riguardo eventuali impegni familiari e in merito alla propria disponibilità fuori dall’orario di lavoro.

Può rivelarsi utile, però, osservare il metodo di lavoro dei colleghi per cercare di adattarsi alla situazione pregressa senza avanzare pretese irragionevoli.

=> Dieci consigli per il primo giorno di lavoro 

Se declinare qualsiasi richiesta di lavoro extra non rappresenta certo una scelta vincente, soprattutto agli esordi della carriera, spesso rispondere “No, ma…” aiuta ad attutire il colpo trasformando la risposta in un rifiuto educato seguito da una proposta alternativa, da un suggerimento che sottolinea la propria disponibilità.