Il caldo che fa litigare

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Gestire il caldo in ufficio, ecco in che modo la temperatura crea discussioni e litigi.

In estate i problemi bussano alla porta, per colpa delle alte temperature, anche sul lavoro.

La salute a rischio

Per arginare questo problema gli uffici sono sempre pronti ad accendere i condizionatori, ma purtroppo non è sempre realmente una soluzione. Tutte le stagione in ufficio sono motivo di distrazione ed anche qualche discussione, sicuramente il tutto diminuisce concentrazione e produttività. In questo periodo, soprattutto inizialmente, si vive la giornata ascoltando discussioni tra colleghi sul “troppo caldo” o “troppo freddo”, riuscire ad arrivare ad un equilibrio sembra impossibile, ma trovarlo è importante per preservare la produttività. Tutte problematiche calcolate sia in tempo che in denaro, infatti circa l’80% dei lavoratori non è soddisfatto, questo porta a perdere tempo ed anche soldi, proprio perché i lavoratori si distraggano dai propri compiti.

Lavoro e salute

La temperatura ideale sembra essere tra i 20 e i 25 gradi, ma purtroppo le esigenze variano da età ed anche dal sesso. Proprio per quanto riguarda le differenze, secondo alcune statistiche, emerge che in media gli uomini sono più facili da accontentare in termini di temperature e amano di più il freddo rispetto alle donne. Il tutto dovuto anche dal tipo di abbigliamento, visto che gli uomini tendenzialmente si vestono allo stesso modo in ogni stagione, mentre le donne approfittano dell’estate per indossare capi più freschi e scollati. Per evitare il peggio, non serve trovare la temperatura perfetta, ma semplicemente un accordo tra i colleghi presenti, questo per evitare stupidi litigi e discussioni. Può ad esempio essere d’aiuto cercare di accontentare tutti e stabilire una routine, ovviamente mettendo da parte giornate particolari o più calde, è infatti importante entrare in ufficio e avere già la soluzione, decisa ad inizio stagione.

Lavoro e salute

Infine non bisogna dimenticare che l’uso eccessivo dell’aria condizionata può avere effetti negativi sulla salute, come i problemi alle vie respiratorie o contratture a livello di cervicale e di rachide lombare dovuti a forti sbalzi di temperatura, nei giorni che lo permettono cercare di farne a meno potrebbe essere la scelta migliora.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari