Una risposta formale

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Email, ecco come scriverla al meglio per ogni esigenza.

L’uso delle email ha realmente ridotto le distanze, ed ha anche messo a disposizione, elementi aggiuntivi per l’organizzazione lavorativa di uno o più lavoratori in contemporanea.

Rispondere al telefono

Anche scrivere una buona email ha le sue regole, la più semplice ma anche la più importante è quella di capire la differenza tra, email ad amici/parenti e le email di lavoro. Se si ha ben chiara questa differenza è già un traguardo importante, dopo di che non bisogna mai dimenticare la formalità. L’email deve essere chiara e possibilmente diretta, in quanto i giri di parole e email troppo lunghe potrebbero portare il destinatario a inserirle direttamente nel cestino.

Per una migliore comunicazione con i dipendenti

Nello specifico se si parla di un’email di risposta, la prima regole è rispondere il più velocemente possibile, un segno già di per se professionale. Ciò non significa che bisogna rispondere immediatamente alle eventuali domande dell’email, ma basta confermare che l’email è arrivata ed è stata letta, un semplice “Ok, ho letto al più presto procedo” può bastare. Successivamente è essenziale essere chiari e sintetici, l’email troppo lunghe vengono spesso scartate, sopratutto se è indirizzate al capo. In sintesi qualsiasi sia il caso, per un’email professionale ci vuole quindi chiarezza, sintesi e anche tanta pazienza.

 

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!