Il fenomeno Bitcoin

di Chiara Basciano

scritto il

La moneta digitale nata nel 2009 ha praticamente triplicato il suo valore nel corso del mese di marzo. Un fenomeno da tenere d?occhio.

Guardando la progressione del suo valore nel solo mese di marzo non è difficile comprendere come mai la parola “Bitcoin” stia diventando familiare e stia attirando l’attenzione di investitori e stampa, ma anche degli organismi preposti al controllo. Si, perché se il primo di marzo il valore di un Bitcoin era pari a 25 euro, ecco che alla chiusura del mese questo si è praticamente triplicato, raggiungendo ad oggi quasi la soglia dei 70 euro.

E se in Canada stiamo assistendo alla prima vendita di una casa con corrispettivo in Bitcoin, con Taylor More che ha messo in vendita il suo appartamento per 405,000 dollari canadesi (306,000 euro circa) oppure l’equivalente in Bitcoin, se qualcuno già converte una parte del suo stipendio nella moneta digitale, se si parla della possibile apertura a Cipro di un bancomat Bitcoin-euro da parte dell’eccentrico Jeff Berwick, e se il Dipartimento del Tesoro americano ha iniziato a tenere sotto controllo le transazioni in Bitcoin, ci sarà pure un motivo.

E il motivo è che la moneta digitale nata nel dicembre 2009 ad opera di un collettivo che si nasconde dietro lo pseudonimo giapponese “Satoshi Nakamoto” sta via via conquistando terreno nell’ambito reale, dopo che per qualche tempo era sembrato un progetto anarchico di nicchia. Ora che WordPress.com, la principale piattaforma blog al mondo, utilizza anche Bitcoin come metodo di pagamento per i suoi servizi aggiuntivi, il social forum Reddit.com possiede una vasta sezione dedicata a Bitcoin e anche il nuovo Mega ha introdotto pagamenti in Bitcoin, ecco che la faccenda esce da quelle che la stampa italiana aveva etichettato (erroneamente) come le segrete stanze della rete per tuffarsi nell’attualità. Attirando come detto parecchie attenzioni.

Il valore totale dei Bitcoin in circolazione ha infatti superato quota 800 milioni di dollari, sempre senza avere dietro un’organizzazione o un’autorità centrale. Un fenomeno da tenere certamente d’occhio, che potrebbe riservare parecchie sorprese nel prossimo futuro soprattutto in Europa, dove si è assistito a una vera e propria esplosione delle richieste.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari