Mutui ai dirigenti solo fino al 38%

di Redazione PMI.it

scritto il

Solo il 6,6% dei dirigenti riesce a ottenere un mutuo per la casa, e con importi erogati che non superano il 38% del valore dell?immobile.

Quasi il 95% delle richieste di mutuo per l’acquisto di un immobile avanzate dai liberi professionisti viene respinta dalle banche, con alcune categorie professionali più penalizzate di altre.

=> Scopri come ottenere un mutuo con contratto a termine

Tra i lavoratori dipendenti, invece, i quadri ottengono il finanziamento nel 14% dei casi, una percentuale che scende fino al 6,6% per i dirigenti d’azienda.

Sono dati diffusi da Mutui.it, che ha monitorato le richieste di mutuo relativamente al periodo ottobre 2012 – marzo-2013 rilevando come le difficoltà nell’accesso al credito siano molto diffuse. Stando alle cifre, infatti, i pensionati riescono ad accendere un mutuo per la casa nel 7% dei casi, più dei dirigenti e delle Partite IVA, ferme al 5,5%.

=> Scopri come crescono i tassi di interesse sui mutui

Per quanto concerne gli importi erogati, inoltre, mediamente la somma concessa è notevolmente inferiore al valore complessivo dell’immobile, una percentuale che anche in questo caso varia a seconda del livello e della categoria professionale di appartenenza.

=> Leggi come funzionano le polizze sui mutui

I dirigenti ottengono in media mutui fino al 38% del valore della casa, come anche i quadri, mentre i lavoratori dipendenti (insegnanti, impiegati e anche operai) riescono a percepire anche fino al 60% del totale richiesto, una percentuale in ogni caso ben lontana dall’80%.