Nuove frontiere: il Kenya

di Chiara Basciano

scritto il

Si concretizza sempre di più l'alleanza tra il nostro paese e il Kenya

Un paese ricco di possibilità, il Kenya, diventa terreno fertile per le imprese italiane. La collaborazione tra i due paesi, in atto già da molto tempo, trova ora una concretizzazione nel protocollo d’intesa firmato a Nairobi da Rita Ricciardi, presidente dell’Associazione per il commercio italo-keniana.

=> Scopri le opportunità in Africa

La volontà è quella di permettere agli imprenditori italiani di facilitare il loro lavoro nel paese africano. Le possibilità sono molte, considerato che il paese sta vivendo un periodo di fermento. Infatti sono in corso lavori di ampliamento del porto di Mombasa e dell’aeroporto di Nairobi, la costruzione di un nuovo porto e di un nuovo aeroporto, la modernizzazione e l’estensione della rete ferroviaria fino all’alta velocità, il potenziamento della rete stradale e lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili.

Giorgio Cappello, presidente della Piccola industria di Confindustria Sicilia afferma «Il Kenya ha enormi potenzialità di crescita e rappresenta la porta d’accesso privilegiata ai mercati dell’East Africa e del cosiddetto ‘Corno d’Africa’, che ha già dato prova di ricche opportunità di sviluppo. Sono convinto che le imprese italiane potranno fornire, oltre alla manodopera, anche il know-how indispensabile a qualsiasi progetto di investimento».

L’accordo non è solo l’occasione per esportare il Made in Italy ma punta a portare rappresentanze istituzionali e imprenditoriali dei due Paesi insieme a Expo 2015. In questa prospettiva si sta già lavorando all’attuazione di accordi bilaterali sul tema dell’armonizzazione tra sistemi fiscali per abolire la doppia tassazione.