Il volto del consumatore virtuale

di Chiara Basciano

scritto il

Chi sono i consumatori e su cosa devono puntare le aziende?

La ricerca condotta da Probe International per conto di Havas Worldwilde conivolge per la prima volta anche il mercato italiano.

=> Scopri come incrementare le vendite

Oltre 10 mila intervistati hanno svelato i maggiori trend di vendita on line, individuando la direzione che sta prendendo il mercato. La ricerca si basa sulle richieste fatte dai prosumer (i consumatori più evoluti, che influenzano maggiormente il mercato e che costituiscono il 15-20%), dai mainstream, cioè la maggioranza dei consumatori (75-80% del totale della popolazione) e dal totale della popolazione.

In particolare viene analizzato lo shopping virtuale. Qualità del prodotto e prezzo sono, naturalmente, gli elementi considerati più importanti, e il dispositivo maggiormente utilizzato è il computer di casa (per l’89% degli italiani) seguito dai dispositivi mobili con un grande distanza (per il 14%). La ragione principale per cui ci si rivolge allo shopping on line sono la convenienza (49%) e l’accessibilità (45%).

=> Leggi le basi dell’e-commerce

Molta importanza è costituita dalla reputazione del brand, che, secondo i compratori, deve mantenere “le promesse” fatte. In particolare si guarda ai dipendenti del brand per capire il vero volto del brand, tanto da avere più importanza di qualsiasi pubblicità o notizia sui media. Una certa importanza è data anche alla sostenibilità, infatti i prosumer italiani sostengono che le grandi aziende hanno il dovere di rendere il mondo migliore.

I Video di PMI