Smart City per due

di Chiara Basciano

scritto il

Doppio appuntamento italiano con la città del futuro

Interoperabilità e Interconnessione, Sharing Mobility, City Logistics, infomobilità, infrastrutturazione, ciclabilità, mobilità elettrica, innovazione di servizi: tutto questo è City Tech 2014.

L’appuntamento romano di questi giorni e quello milanese di ottobre indicano la strada che l’Italia dovrebbe e potrebbe percorrere per trasformare le nostre città in città intelligenti. Le sfide da affrontare sarebbero molte, più o meno complesse ma quello che è certo è che il settore della mobilità sostenibile è pieno di possibilità di investimento.

=> Scopri H2R a Rimini

Infatti non si tratta solo di trasformare la mobilità cittadina in maniera sostenibile, ma di intervenire anche sul settore dei grandi trasporti. La presentazione romana del Libro Bianco sulla Mobilità e i Trasporti in Italia – redatto dall’Osservatorio sulla Mobilità e i Trasporti dell’Eurispes – è occasione ulteriore per riflettere sulle potenzialità nostrane, trattandosi di una fotografia dettagliata dei temi sociali, infrastrutturali, commerciali e tecnologici legati ai trasporti.

=> Leggi le Smart City al traguardo

I temi in esso riportati riguardano l’urbanizzazione e l’accesso ai servizi di trasporto, le scelte compiute dai cittadini nel quotidiano, i costi sociali e la bolletta energetica e le politiche di city logistic. Si delinea un quadro complesso che va affrontato nella sua totalità ma compiendo un piccolo passo dopo l’altro.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari