Mutui: rate scese ai minimi storici

di Teresa Barone

scritto il

Calano le rate dei mutui: meno 110 euro tra il 2012 e il 2014.

Calano le rate dei mutui richiesti per l’acquisto di un immobile. Gli importi stabiliti dalle banche, infatti, sono scesi ai minimi storici grazie alla diminuzione di Euribor e Eurirs, determinando la discesa dello Spread.

=> Scopri quali sono le penali sui mutui estinti in anticipo

A far intravedere un bagliore di luce a favore di chi vorrebbe accendere un mutuo per comprare casa è il portale MutuiOnline, che illustra cifre interessanti mostrando come la rata sia scesa di 110 euro nell’arco di due anni.

Se nel febbraio 2012 il tasso variabile e quello fisso erano pari rispettivamente al è sceso al 4,20% e al 5,90%, nel settembre 2014 i valori sono scesi fino al 2,40% e al 4,10%.

Stando alle cifre, gli acquirenti continuano a preferire il tasso variabile a quello fisso considerando l’ampio margine esistente tra i due possibili importi (si parla di un possibile risparmio iniziale pari a 104 euro per un finanziamento di 120mila euro).

=> Leggi i consigli per ottenere un mutuo

È l’Abi, invece, a sottolineare come, dal 2008 a oggi, le rate mensili dei mutui a tasso variabile siano diminuite di circa 300 euro (prendendo in considerazione un mutuo di 100mila euro di durata ventennale).

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?