Cresce la spesa nel turismo digitale

di Teresa Barone

scritto il

I dati del primo Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo promosso dal Politecnico di Milano: cresce la spesa? ma nel digitale.

Il turismo rappresenta un settore molto rilevante in Italia sia a livello occupazionale sia produttivo (pari al 10,3% del PIL nazionale solo nel 2013): lo sottolinea il Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo, Alessandro Perego, illustrando i dati del primo Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo promosso dal Politecnico di Milano.

=> Scopri perché l’Italia turistica è promossa a pieni voti

Nel corso del 2014 gli italiani hanno speso in viaggi e turismo sfruttando soprattutto i canali online (con il Mobile Commerce in prima linea), tanto che la spesa digitale nel comparto ha raggiunto quota 7 miliardi di euro, in pratica il 22% del totale.

Secondo Perego: «Dai dati raccolti emerge quindi un passaggio del turista dai canali tradizionali a quelli digitali in tutti i segmenti analizzati. La crescita dei canali digitali, in questo contesto economico, sembra legata ad un naturale fenomeno di sostituzione dei canali tradizionali spinto da un processo di ottimizzazione della spesa dei consumatori che cercano online prezzi inferiori rispetto a quelli disponibili offline.»

=> Leggi tutti gli approfondimenti per i travel manager

Per quanto riguarda le Agenzie di Viaggio, il report informa su un crescente uso delle risorse digitali in tutte le fasi di interazione con la clientela, sia precedenti sia successive al viaggio (dalla comparazione delle offerte fino alla raccolta delle impressioni al ritorno, passando per la gestione delle comunicazioni durante il viaggio e l’invio di informazioni future).