Gli investimenti esteri volano

di Chiara Basciano

scritto il

L'attrattività? italiana cresce ma non basta a risanare l'economia del Paese.

La situazione stagnante dell’economia italiana si misura anche grazie all’analisi degli investimenti. Ma il panorama appare variegato. Infatti da un lato si registra un calo significativo del 15% per quanto riguarda gli investimenti del 2014 rispetto a quelli del 2007. Il che si traduce in una perdita di 430 miliardi.

=> Scopri le tendenze degli investimenti

Ma dall’altro gli investimenti esteri mostrano una situazione diversa. Nel dettaglio si passa da 33,2 a 47,8 punti secondo quanto rivelato dall’indice che misura l’attrattività del sistema Italia, misurata dal Censis con l’Aibe, l’Associazione italiana delle banche estere. Le spinte maggiori pare provengano dall’Expo e dalle riforme attuate tramite il Jobs Act. Secondo i dati forniti dall’ICE (l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) infatti gli investimenti esteri sono cresciuti del 50%, passando dai 21,9 miliardi del 2014 ai 30 miliardi di euro dello scorso anno.

=> Vai ai dati AIFI

Nonostante questo i manager hanno difficoltà ad essere ottimisti, infatti il 41% ritiene che manchi una strategia per la competitività del sistema Paese. Il clima negativo è dato anche dal fatto che i numeri rimangono insufficienti, soprattutto se confrontati con paesi come Regno Unito e Germania.