Tratto dallo speciale:

Denuncia infortuni INAIL: moduli e procedura online

di Barbara Weisz

scritto il

Procedura INAIL per la denuncia o comunicazione telematica di infortunio: le istruzioni per i datori di lavoro e il modello 4 bis Prest.

La procedura telematico  INAIL per la denuncia/comunicazione di infortunio è un adempimento da espletare online (XML-Schema).Vi è tenuto il datore di lavoro a tutela dei suoi dipendenti (e assimilati tali) soggetti ad obbligo assicurativo, in caso di prognosi superiore ai tre giorni (escluso quello dell’evento), indipendentemente dal sussistere o meno dei requisiti per l’indennizzo. Il modello è il 4 bis Prest

=> Denuncia Infortuni INAIL: scarica il Mod. 4 Bis Prest

Obblighi

  • Il lavoratore è obbligato a dare immediata notizia al datore di lavoro di qualsiasi infortunio gli accada: diversamente il datore l’azienda non può inviare la denuncia e il dipendente perde il diritto all’indennità per tutti i giorni di ritardo.
  • Il datore di lavoro è esente dall’invio del certificato medico (l’INAIL può richiederlo in un secondo momento) ma deve inoltrare la denuncia entro 2 giorni dalla ricezione del certificato alla sede competente INAIL in cui l’infortunato ha il  domicilio. Diversamente, incorre in sanzioni per denuncia mancata, tardiva, inesatta o incompleta.

=> Guida Assicurazione INAIL per Infortuni Lavoro

Casi particolari

  • Per il settore Artigianato la denuncia va presentata dal titolare o da uno dei titolari dell’impresa. Se l’infortunio riguarda il titolare, l’obbligo è assolto con invio del certificato medico da parte di un altro titolare o del medico curante, ferma restando la necessità di inoltrare la denuncia/comunicazione per le finalità assicurative.
  • Per il settore Agricoltura provvede il lavoratore autonomo, sia per sé sia per gli appartenenti al nucleo familiare costituenti la forza lavoro.

Non sono previste sanzioni per gli autonomi di Artigianato e Agricoltura (solo la perdita dell’indennizzo fino all’inoltro, eventualmente tardivo, della denuncia).

=> Infortuni sul lavoro: scopri i settori a rischio

Servizi online

L’obbligo telematico riguarda i lavoratori dei settori Industria, Artigianato, Servizi e delle Pubbliche Amministrazioni titolari di rapporto assicurativo con l’INAIL; lavoratori dipendenti delle Amministrazioni statali e studenti delle scuole pubbliche, destinatari della speciale forma di tutela contro gli infortuni e le malattie professionali in Gestione per Conto dello Stato. Il servizio online, invece, non è ancora disponibile per lavoratori del settore Agricoltura, addetti ai servizi domestici e familiari e di riassetto e pulizia locali, lavoratori occasionali di tipo accessorio del settore Agricoltura e datori di lavoro privati cittadini.