Decreto Semplificazioni: entrata in vigore e roadmap scadenze per Pmi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Decreto Semplificazioni: il programma delle principali scadenze per le Pmi e dell'entrata in vigore delle novità, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del testo definitivo del Dl 5/2012.

Il decreto semplificazioni (Dl 5/2012) è ormai legge, dopo la pubblicazione in G.U. e la conseguente entrata in vigore. Ora, le misure messe in campo da Governo per snellire la burocrazia in Italia e migliorare il rapporto di contribuenti ed imprese con la PA diventeranno gradualmente operative, secondo un preciso calendario.

Scarica il testo integrale del DL Semplificazioni

Tuttavia, per alcune misure, contenute per la precisione in 25 dei 63 articoli del Decreto Semplificazioni,  è richiesta la definizione di appositi regolamenti e decreti attuativi.

Pagamenti INPS

Il primo appuntamento di interesse per le imprese è fissato al 1° maggio con il passaggio ai canali elettronici bancari o postali, quindi tracciabili, obbligatori per i pagamenti previdenziali all’INPS.

Concorsi pubblici

L’appuntamento successivo è il 30 giugno, data a partire dalla quale anche le domande di partecipazione ai concorsi pubblici diranno addio alla carta e passeranno al canale telematico.

Comunicazioni tra PA

Dal 10 agosto seguiranno la stessa strada della digitalizzazione anche le comunicazioni fra pubbliche amministrazioni, con l’obiettivo di diventare più rapide ed efficienti a tutto vantaggio dei contribuenti, imprenditori compresi.

Appalti

Per la banca dati nazionale degli appalti bisognerà invece attendere il 1° gennaio 2013. A partire da questa data le imprese  che partecipano a più gare di appalto non dovranno più presentare la documentazione che attesta il possesso dei requisiti per ogni bando, ma basterà inviarlo una sola volta.