Linee guida nazionali per il processo civile telematico

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Le richieste del Consiglio Nazionale Forense al Ministero della Giustizia, comprese le Linee Guida Nazionali per il processo civile telematico.

In dirittura d’arrivo le linee guida nazionali per il processo civile telematico, la disciplina vigente dal 30 giugno 2014 che, per effetto della Legge di Stabilità 2013, prevede modalità telematiche per lo svolgimento del processo civile (deposito degli atti processuali e dei documenti avvenga esclusivamente con modalità telematiche). A chiedere al Ministro della Giustizia un intervento urgente ai fini di una migliore attuazione del processo telematico è stato il Consiglio Nazionale Forense, anche a fronte delle recenti sentenze del Tribunale di Milano e del Tribunale di Ivrea:

  • la prima ha sanzionato ad una ingente condanna il mancato deposito della copia di cortesia e ha stabilito che le parti devono essere autorizzate a depositare il proprio atto in forma cartacea in deroga a quanto previsto dalle norme sul deposito telematico degli atti processuali;
  • la seconda si è pronunciata sui casi di impossibilità del deposito telematico per malfunzionamento del PCT e sulla decorrenza dei termini.

=> Riforma Processo Civile: le novità per le imprese

Il CNF e FIIF (Fondazione CNF per l’innovazione forense) hanno chiesto al Ministero di agevolare l’apprendimento delle nuove tecniche di redazione degli atti difensivi e la conoscenze dei requisiti tecnici ammessi, definendo delle linee guida, nonché la semplificazione dell’utilizzo dei sistemi informatici. L’obiettivo è chiaramente quello di fare in modo di evitare il replicarsi di pronunce giurisprudenziali punitive come quella del Tribunale di Milano.

=> Processo telematico, i giudici non mollano la carta

Più in particolare, durante i tre vertici con le direzioni della giustizia telematica per il coordinamento del confronto tra avvocatura e istituzioni impegnate nello sviluppo e nell’avvio delle piattaforme telematiche per il processo amministrativo, civile e tributario è stato chiesto che:

  • vengano rese note le disposizioni tecniche che regolamenteranno il processo amministrativo telematico attualmente al vaglio delle autorità competenti;
  • uniformità di regole per il processo civile telematico e Linee Guida Nazionali;
  • la creazione di un’area di test per il processo tributario telematico in attesa delle regole tecniche.

(Fonte: CNF).