Tratto dallo speciale:

Regole Covid: dal 1° giugno stop al Green Pass per entrare in Italia

di Redazione PMI.it

scritto il

Dal 1° giugno stop al Green Pass per l'ingresso in Italia, resta la mascherina FFP2 su trasporti e mezzi pubblici: le regole Covid e le prossime scadenze.

Proseguono, come da tabella di marcia, gli allentamenti delle regole Covid: da mercoledì giugno non ci vorrà più il Green Pass nemmeno per i turisti e si potrà entrare o tornare in Italia senza più bisogno di alcuna certificazione, dopo l’abolizione del dPLF (digital Passenger Locator Form) dal primo maggio.

L’obbligo di Green Pass è stato abolito in quasi tutti i paesi europei; resta ancora solo in Germania, Spagna, Francia e Portogallo. In Italia, il Ministero della Salute ha infatti deciso di non prorogarne l’obbligo dopo la scadenza il 31 maggio dell’ultima ordinanza che lo prevedeva. La Certificazione Verde resta dunque necessaria solo per le categorie di lavoratori che ancora hanno l’obbligo di vaccino, come il personale sanitario e delle RSA, residenze per anziani.

=> Vaccino Covid: richiamo ai bambini e quarta dose per tutti

Per quanto riguarda le altre restrizioni, il calendario resta immutato al netto di eventuali proroghe dell’ultima ora, che al momento non sembrano tuttavia essere in cantiere in considerazione dei numeri in calo sui contagi.

La mascherina FFP2 è obbligatoria fino al 15 giugno  sui mezzi pubblici, i mezzi di trasporto a lunga percorrenza (treni, aerei, traghetti), nei cinema, teatri, concerti al chiuso. In base alle anticipazioni, dopo il 15 giugno l’unica proroga riguarderà i mezzi di trasporto. Anche i turisti dovranno portarla nel corso degli spostamenti che effettuano in Italia. L’obbligo riguarda anche i pullman con conducente (spesso utilizzati nei viaggi).

Sembra invece destinato a decadere l’obbligo per cinema e teatri e nelle sale da concerto. In ogni caso, le certezze si avranno solo nelle prossime settimane, a ridosso della scadenza. A scuola, le mascherine continuano ad essere obbligatorie fino alla fine dell’anno scolastico. Sul lavoro, infine, valgono fino alla fine di giugno i protocolli di sicurezza, che prevedono l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale. Entro la fine di giugno, comunque, torneranno a riunirsi le parti sociali per stabilire le regole da applicare in estate.