Tratto dallo speciale:

Coprifuoco alle 23, nuove riaperture, Regioni in zona bianca

di Redazione PMI.it

scritto il

Nuove riaperture: coprifuoco alle 23 subito e stop dal 21 giugno, nel week end riaprono i centri commerciali, ristoranti al chiuso anche di sera da giugno.

Si allenta il coprifuoco, nuovo calendario riaperture per palestre e centri commerciali, al via i matrimoni, tavoli al chiuso anche di sera e servizio al bancone per bar e ristoranti. E nuovi parametri per i cambi di colore nelle Regioni, alcune delle quali da giugno entrano in zona bianca: le decisioni sono state prese dal Consiglio dei Ministri di lunedì 17 maggio, subito dopo il vertice della cabina di regia, in considerazione dei dati sul contagio che evidenziano un trend positivo, portano  l’Esecutivo ad allentare le restrizioni Covid con un nuovo decreto Riaperture. Vediamo tutte le nuove misure.

Coprifuoco

La prima novità scatta da subito, con lo slittamento alle 23 del coprifuoco, poi lo step intermedio il 7 giugno con estensione alle 24, infine il liberi tutti a partire dal 21 giugno con l’abolizione definitiva.

  • Dall’entrata in vigore del decreto al 6 giugno: coprifuoco dalle 23 alle 5.
  • Dal 7 giugno al 20 giugno: coprifuoco dalle 24 alle 5.
  • Dal 21 giugno: fine del coprifuoco.

Bar e ristoranti

Dal primo giugno nelle zone gialle i ristoranti e i bar potranno aprire anche al chiuso fino a sera (entro il coprifuoco, sia con il servizio a tavolo, sia con quello al bancone, fino all’orario del coprifuoco. In pratica, si potrà pranzare e cenare sia all’aperto sia al chiuso, bere il caffè o prendere l’aperitivo al bancone. Il dl 52/2021 prevedeva questa possibilità ma solo fino alle 18, e senza specificare il via libera anche per le consumazioni al bancone. Il nuovo decreto prevede che dal I° giugno ripartano entrambi i servizi, al chiuso e al bancone, fino alle 23 dal primo al 6 giugno, fino alle 24 dal 7 al 20 giugno, senza limiti di orario dal 21 giugno.

Altre aperture

  • 22 maggio: dal prossimo week end riaprono mercati e centri commerciali anche nei fine settimana. Possono riprendere a funzionare anche gli impianti da sci.
  • 24 maggio: riaprono le palestre in anticipo di una settimana rispetto alla data prevista dal decreto 52/2021, che stabiliva la riapertura il primo giugno,
  • 15 giugno: matrimoni (ma solo con green pass, che si sta pensando di estendere a 9 mesi), congressi, parchi tematici. In base alle precedenti regole, congressi e parchi tematici potevano riaprire dal primo luglio, non era ancora prevista una data precisa per i matrimoni (da capire fin quando servirà la certificazione vaccinale per partecipare ai banchetti di nozze).
  • 1 luglio: piscine al chiuso, sale giochi, bingo, corsi di formazione in presenza, centri sociali e culturali.

=> Come ottenere online l'attestato di vaccinazione Covid-19

Ricordiamo che questo nuovo calendario si riferisce sempre alle zone gialle, in quelle arancioni e rosse restano le attuali restrizioni.

Nuovi parametri per i passaggi di colore

Il Governo ha accettato la proposta delle Regioni di cambiare i parametri, istituendo in luogo dell’indice RT, un nuovo RT ospedaliero, che misura i ricoveri (sia in reparto sia in terapia intensiva). Il dato fondamentale, in ogni caso, sarà quello dell’incidenza dei contagi ogni 100mila abitanti. In base a questi parametri, si avvicina la zona bianca per diverse Regioni. Da martedì primo giugno potrebbero essere in questa fascia Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, alle quali da lunedì 7 giugno si aggiungerebbero Abruzzo, Veneto e Liguria. Attenzione: queste sono solo previsioni, basate sull’attuale trend, le decisioni sui cambi di colore vengono come di consueto prese il venerdì, sulla base dei dati del monitoraggio settimanale, con ordinanza del ministero della Salute.