Sistri: i nuovi scaglioni, proroga per i piccoli

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Sistri: prorogata l'entrata in vigore per gli operatori di piccole dimensioni, non prima del 1° giugno 2012. È la novità contenuta nel Decreto Sviluppo. Per gli altri si procede con gli scaglioni già stabiliti.

SISTRI, novità per i piccoli imprenditori, ovvero quelli con meno di 10 dipendenti, con il decreto sviluppo è arrivata la proroga ufficiale al 2012. In particolare per le realtà di dimensioni minori l’entrata in vigore del sistema per la tracciabilità elettronica dei rifiuti «non può essere antecedente al 1° giugno 2012».

Dunque c’è più tempo per adeguarsi alle nuove norme, rispetto al termine di gennaio 2012 stabilito inizialmente il decreto del Ministero dell’Ambiente del 26 maggio di quest’anno. Viene così accolta la richiesta del gran numero di operatori che avevano riscontrato problemi durante il click day.

Intanto gli operatori potranno operare utilizzando sia i registri e i formulari obbligatori che il SISTRI, quando possibile. Nessuna sanzione verrà applicata fino alla data di entrata in vigore ufficiale del sistema, ovvero al giorno successivo alla scadenza del doppio regime.

In generale permane l’entrata in vigore secondo i seguenti scaglioni:

  • 1° settembre 2011 per i produttori di rifiuti con più di 500 dipendenti, per gli impianti di smaltimento, incenerimento e simili e per i trasportatori autorizzati per trasporti annui superiori alle 3.000 tonnellate;
  • 1° ottobre 2011 per i produttori di rifiuti da 250 a 500 dipendenti e Comuni, Enti e imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Campania;
  • 1° novembre 2011 per i produttori di rifiuti da 50 a 249 dipendenti;
  • 1° dicembre 2011 per i produttori di rifiuti da 10 a 49 dipendenti e per i trasportatori autorizzati per trasporti annui fino a 3.000 tonnellate;
  • Oltre il 1° giugno 2012 per i produttori con meno di 10 dipendenti.

I Video di PMI