SISTRI: gli emendamenti, rinvio a giugno 2012?

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Arriva da due deputati della maggioranza e relatori del Decreto Sviluppo l'emendamento che chiede il rinvio di sistri a giugno 2012 per tutti. Attesa la risposta della Camera entro il 12 luglio 2011.

Sistri ancora protagonista alla Camera. Dopo le proteste che hanno fatto seguito al fallimento del Click Day e l’arrivo della proroga all’entrata in vigore del Sistema per la tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi, seppur a scaglioni, ora Giuseppe Marinello del Pdl e Maurizio Fugatti della Lega hanno presentato un emendamento al testo in corso di conversione: prorogare l’avvio del Sistri per tutti gli operatori al 1° giugno 2012.

Una proposta che assume un determinato rilievo, visto che i due deputati della maggioranza sono anche relatori del Decreto Sviluppo e che va beb oltre l’altro emendamento al Decreto Legge 70 del 13 maggio 2011 di cui si è parlato nei giorni scorsi, che prevedeva il rinvio a gennaio 2012.

Sistri è protagonista anche di altri emendamenti, tra cui quello sul pagamento della quota annuale nel quale si chiede che, anche per chi ha già effettuato il pagamento, il versamento abbia valore solo a partire dal primo anno di effettiva ed integrale operatività di Sistri.

Un altro emendamento prevede l’eliminazione dell’obbligo di tenuta del registro di carico e scarico per chi  trasporta rifiuti non pericolosi in proprio. Un altro ancora è stato presentato dalla Lega per tutelare le Pmi esentando le imprese com meno di 50 dipendenti dallobbligo di utilizzare il sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti.

Le Commissioni Bilancio e Finanze riunite in sede referente stanno attualmente valutando in totale 1500 emendamenti, tra i quali figurano anche quelli legati al Sistri. L’approvazione del Decreto Sviluppo, quindi anche delle proposte presentate, dovrà arrivare entro il 12 luglio 2011.