Tratto dallo speciale:

Contributo di solidarietà: versamenti e arretrati 2014

di Francesca Vinciarelli

scritto il

In scadenza il versamento dei contributi arretrati al Fondo di solidarietà residuale: dettagli e scadenze.

Sono numerose le scadenze fiscali del 16 dicembre, tra queste anche il versamento dei contributi arretrati al Fondo di solidarietà residuale. I versamenti riguardano i contributi dei mesi da gennaio a settembre, senza applicazione di sanzioni e interessi. L’adempimento vede interessati i datori di lavoro con più di 15 dipendenti, appartenenti a settori esclusi dalla disciplina dell’integrazione salariale e per i quali non sia ancora operante uno dei Fondi di solidarietà nati dalla Riforma del Lavoro Fornero (legge n. 92/2012).

=> Riforma Lavoro: i Fondi di solidarietà nelle PMI

Fondi di solidarietà

I Fondi di solidarietà sono stati istituiti dalla Riforma del Lavoro Fornero, si tratta di una nuova categoria di ammortizzatori sociali per PMI, le cui tutele vengono estese ai lavoratori impiegati in imprese da 15 a 50 dipendenti dei settori non coperti dalla CIG. I Fondi di solidarietà residuale sono stati attivati dal 1° gennaio 2014 e sono obbligatori per i datori di lavoro per i quali non siano ancora stati stipulati accordi o contratti collettivi per l’attivazione di fondi di solidarietà obbligatori.

Obbligo contributivo

I datori di lavoro con più di 15 dipendenti operanti nei settori non coperti dalla CIG sono obbligati a finanziare il Fondo con lo scopo di assicurare ai lavoratori delle imprese di uno o più settori una tutela in costanza di rapporto di lavoro nei casi di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa. Sono esclusi da tale obbligo gli studi professionali, come chiarito dall’INPS con la Circolare n. 99/2014 e dal Ministero del Lavoro con l’interpello n. 21/2014.

Contributi

Le imprese devono quindi versare dal 1° gennaio 2014 i seguenti contributi:

  • ordinario dello 0,5% della retribuzione dei dipendenti (esclusi i dirigenti), di cui due terzi a carico del datore di lavoro e un terzo a carico del lavoratore;
  • addizionale a carico del datore di lavoro che ricorra a sospensioni o riduzioni dell’attività lavorativa (3% per le imprese fino a 50 dipendenti, altrimenti 4,50%).

=> Fondi di solidarietà bilaterali: come accedere

Scadenze

Entro il 16 dicembre possono essere versati i contributi arretrati relativi ai mesi da gennaio a settembre, senza applicazione di sanzioni e interessi.

I Video di PMI

Decreto Agosto: le misure del pacchetto lavoro