TASI Milano: aliquote e detrazioni

di Teresa Barone

scritto il

Il Comune di Milano approva il pacchetto IUC definendo aliquote, detrazioni e scadenze per TARI e IMU.

La Giunta del Comune di Milano ha approvato la normativa che definisce le regole per il versamento della TASI, introducendo sgravi fiscali mirati e limitare l’impatto della tassa su proprietari e inquilini. Secondo quanto stabilito dall’amministrazione comunale,  la TASI deve essere calcolata sulla base dell’aliquota pari al 2,5 per mille mentre le detrazioni si riducono con l’aumentare del valore dell’immobile. La scadenza della prima rata è stata rimandata al 16 ottobre 2014.

=> TASI e IMU, niente sanzioni fino al 16 luglio

Detrazioni TASI

Le detrazioni devono essere calcolate sulla base di un quoziente familiare relativo al numero dei figli, mentre anche chi ha denunciato l’occupazione abusiva della propria abitazione può beneficiare di importi ridotti.

Proprietari e inquilini

Nel Comune di Milano gli inquilini in affitto (così come gli affittuari di laboratori e negozi) devono versare il 10% della tassa.

=> TASI-IMU, calcolatore e stampa F24 online: le istruzioni

IMU e TARI

Secondo quanto stabilito dalla Giunta, che ha approvato l’intero pacchetto di misure relativo alla IUC, l’IMU rimane praticamente invariata e deve essere versata sulla base delle aliquote stabilite nel 2013. La TARI, invece, deve essere calcolata valutando la superficie calpestabile e commisurata alla quantità di rifiuti prodotti (e attività commerciali che operano nelle vicinanze di cantieri stradali usufruiscono di uno sconto pari al 25%).

=> Leggi tutte le news per le PMI della Lombardia

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali