Tratto dallo speciale:

CUD INPS per email o dal Commercialista

di Barbara Weisz

scritto il

CUD 2013 dal commercialista o per email: INPS avvia nuovi canali oltre quello online o via PEC: ecco tutti i professionisti abilitati all'assistenza fiscale.

Il CUD 2013 online ha creato scompiglio tra i contribuenti, così l’INPS ha aperto due nuovi canali per la richiesta della certificazione dei redditi, con il messaggio 4428 del 13 marzo 2013: la posta elettronica ordinaria (la comune email) e il commercialista.

Pensionati e contribuenti che hanno l’INPS come sostituto d’imposta potranno dunque evitare di scaricare il proprio CUD 2013 dal sito web dell’ente previdenziale, o di attivare una casella PEC per poterlo ricevere per posta elettronica.

Ricordiamo che il CUD può essere richiesto anche in via cartacea a domicilio, telefonando ai numeri verdi  =>Leggi come chiedere il CUD a casa

Posta elettronica

E’ possibile ottenere il CUD per email scrivendo al seguente indiririzzo: richiestaCUD@postacert.inps.gov.it
In allegato
l’email deve contenere: domanda di ricezione del CUD per posta elettronica, firmata e scansionata; documento di riconoscimento valido del richiedente (in conformità a quanto previsto dal terzo comma dell’art. 38 del DPR. N.445/2000), in copia digitalizzata fronte/retro.

Ricevuta la domanda, l’Inps provvederà a inviare il CUD all’indirizzo email indicato dal richiedente.

=> Cud Online 2013: i servizi di assistenza ai pensionati

Professionisti abilitati

Oltre che ai CAF, per ottenere il CUD 2013 i contribuenti possono rivolgersi anche ai commercialisti e professionisti abilitati all’assistenza fiscale in base al Dlgs 241/1997: 

  • iscritti negli albi dei dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali e dei consulenti del lavoro.
  • soggetti iscritti alla data del 30 settembre 1993 nei ruoli di periti ed esperti  tenuti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura per la sub-categoria tributi, in possesso di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria.
  • associazioni sindacali di categoria tra imprenditori (indicate nell’articolo 32, comma 1, lettere a, b, c, del dlgs  241/1997) e associazioni di soggetti appartenenti a minoranze etnico-linguistiche.
  • centri di assistenza fiscale per imprese e lavoratori dipendenti e pensionati.
  • altri incaricati individuati con decreto del Ministro dell’Economia.

Centri di assistenza fiscale abilitati:

  • associazioni sindacali di categoria fra imprenditori istituite da almeno dieci anni, presenti nel Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro  o riconosciute di rilevanza nazionale con riferimento al numero degli associati (almeno il 5% degli appartenenti alla categoria, iscritti negli appositi registri della camera di commercio) e all’esistenza di strutture organizzate in almeno 30 province;
  • organizzazioni aderenti a tali associazioni, previa delega della propria associazione nazionale;
  • sindacati dei lavoratori dipendenti e pensionati oppure organizzazioni territoriali da essi delegate, aventi complessivamente almeno 50mila aderenti;
  • sostituti d’imposta (enti, società, associazioni) indicati all’articolo 23 del Dpr 600/1973 aventi complessivamente almeno 50mila dipendenti,
  • associazioni di lavoratori promotrici di istituti di patronato riconosciuti ai sensi del dlgs 804/1947, con almeno 50mila aderenti.

Tutti questi professionisti e centri abilitati devono avere un mandato del contribuente e devono aver stipulato con l’INPS la convenzione per la trasmissione dei modelli RED, in corso di validità.

Il mandato, unitamente a copia di un documento di identità del contribuente, deve essere conservato dal professionista ed esibito a richiesta dell’INPS.

=>Leggi anche come ottenere il CUD per i contribuenti ex INPDPAP

Altri modi per ottenere il CUD INPS

  • CUD digitale visitando il sito Inps ed effettuando il percorso specifico (leggi come si fa).
  • CUD a domicilio chiamando i numeri di telefono 800.434320 (gratuito da telefono fisso) e 06.164164 (a pagamento da cellulare).
  • CUD cartaceo rivolgendosi a uffici postali, CAF, postazioni self service o sportelli veloci delle sedi INPS  (ci sarà almeno uno sportello dedicato solo al CUD per il primo trimestre).

I pensionati con oltre 85 anni o residenti all’estero possono richiedere per telefono il CUD cartaceo a casa anche telefonando ai numeri 06.59054403 – 06.59053661 – 06.59055702 dalle 8:00 alle 19:00.

Il CUD può essere rilasciato anche a persona diversa dal titolare, con delega, fotocopia del documento di riconoscimento dell’interessato e un proprio documento di identità.

I Video di PMI

Sanzioni per omessa Certificazione Unica