Tratto dallo speciale:

Nuovo ISEE: le tariffe CAF

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Stabilite le tariffe dei CAF per l'assistenza prestata per l'ISEE: l'INPS non concede aumenti, almeno per 6 mesi.

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei compensi a CAF e professionisti abilitati per l’assistenza fiscale prestata in occasione della dichiarazione dei redditi rimaneva da sciogliere solo il nodo sull’ISEE. Ci stiamo riferendo al braccio di ferro che in questi giorni ha visti coinvolti CAF ed INPS, con i primi che chiedevano un aumento dei compensi a fronte della procedura più onerosa per calcolare la DSU (Dichiarazione Unica Sostitutiva), necessaria ai fini dell’ottenimento dell’ISEE.

=> ISEE 2015: ecco come ottenerlo

Sanzioni ai CAF

Per ora ad averla vinta è stato l’INPS che, almeno per sei mesi, non riconoscerà alcun aumento a CAF e professionisti abilitati e non consentirà loro neanche di chiedere un modesto compenso da parte dei contribuenti, proposta avanzata con lo scopo di avere un piccolo incremento senza gravare sui conti ancora in rosso dell’Istituto, per l’applicazione di una penale di 300 euro, più un eventuale risarcimento del danno ulteriore e, se la richiesta di contributo ai cittadini venisse ripetuta in modo sistematico, il risolvimento della convenzione con il CAF. Sanzioni sono inoltre previste anche in caso di:

  • mancato o parziale invio della documentazione richiesta dall’Istituto (300 euro);
  • ritardi nell’invio all’INPS delle Dsu acquisite dai cittadini (da 5 a 45 euro).

=> Dichiarazione redditi precompilata, i compensi a CAF e professionisti

Compensi e convenzione

Secondo il testo della convenzione per il 2015 firmata dal commissario straordinario dell’INPS Tiziano Treu, i CAF per sei mesi continueranno a ricevere i seguenti compensi:

  • 8 euro se la dichiarazione ISEE si riferisce a un solo soggetto;
  • 10,80 euro se la dichiarazione è riferita ad un numero di componenti del nucleo da due a cinque soggetti;
  • 13,20 euro se il nucleo familiare è composto da più di cinque soggetti.

La convenzione verrà poi rivista tra 6 mesi, a luglio 2015, e in quell’occasione potranno, eventualmente essere rivisti i compensi ai CAF. In ogni caso l’INPS non potrà spendere, nel 2015, per remunerare la collaborazione dei CAF sulla certificazione ISSE più di 76 milioni di euro.

I Video di PMI

Le agevolazioni previste tramite ISEE