Agenzia Entrate: elenco scadenze fiscali prorogate all’11 aprile

di Redazione PMI.it

scritto il

Ecco tutte le scadenze fiscali prorogate all'11 aprile dopo il blackout dei servizi telematici delle Entrate, bonus edilizi disponibili dal 10 aprile.

Fatturazione elettronica, IVA, versamenti, dichiarazioni dei redditi, comunicazioni bonus edilizi: sono alcune delle scadenze fiscali slittate al prossimo 11 aprile dopo i problemi tecnici ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate che hanno determinato una proroga per contribuenti e intermediari impossibilitati ad effettuare adempimenti e operazioni.

Quali scadenze fiscale slittano all’11 aprile

Il DL 498/1961, all’Articolo 1, concede in questi casi una proroga automatica di dieci giorni a fronte di malfunzionamenti. Il primo aprile è stato pubblicato il provvedimento di irregolare funzionamento per i giorni 30 e 31 marzo 2022.Di conseguenza, slittano all’11 aprile tutte le scadenze fiscali dei due giorni in cui il servizio non ha funzionato regolarmente.

Elenco adempimenti

  • Invio fatture elettroniche tramite portale Fatture e Corrispettivi
  • Dichiarazione IVA mensile in regime IOSS (Import One Stop Shop) e versamento.
  • Modello INTRA-12 mensile e versamento d’imposta in relazione agli acquisti dichiarati.
  • Modello Redditi SC: dichiarazione dei redditi in modalità telematica per società di capitali ed enti commerciali residenti che hanno chiuso il periodo d’imposta il 30 aprile 2021.
  • Modello EAS (enti non commerciali) per le variazioni verificatesi nel 2021 rispetto a quanto già comunicato.
  • Tobin Tax: dichiarazione imposta sulle transazioni finanziarie per operazioni dell’anno precedente con modello FTT (banche e intermediari).

Comunicazione bonus edilizi

Discorso a parte per la comunicazione delle opzioni per lo sconto in fattura o la cessione dei crediti relativi al Superbous o alle altre agevolazioni edilizie.

Disponibilità dei crediti fiscali

I crediti emergenti dalle comunicazioni opzioni inviate entro il 5 aprile saranno caricati entro il 10 aprile sulla Piattaforma cessione crediti, a disposizione dei fornitori che hanno praticato gli sconti e dei cessionari, al pari dei crediti emergenti dalle comunicazioni inviate entro il 31 marzo 2022. A partire da questa data i cessionari o i fornitori che hanno praticato lo sconto in fattura, potranno utilizzare il credito d’imposta maturato.