Bilancio: conti d’ordine e garanzie dell’impresa

di LavoroImpresa

scritto il

In bilancio è importante che vengano evidenziate le garanzie prestate direttamente o indirettamente con distinzione tra fideiussioni, avalli e altre garanzie personali e reali.

=> Leggi le soluzioni per il bilancio aziendale

Separatamente devono, inoltre, essere indicate le garanzie prestate a favore di imprese controllate e collegate nonché di imprese controllanti e di quelle sottoposte al controllo di queste ultime.

Tutte queste informazioni devono essere indicate nei conti d'ordine.

I conti d'ordine più frequenti da indicare obbligatoriamente sono:

  • garanzie personali, dirette o indirette, prestate sotto qualsiasi forma come avalli e fideiussioni;
  • garanzie reali, dirette e indirette, prestate sotto qualsiasi forma come ipoteche e pegni;
  • beni di terzi presso la società  come beni strumentali per lavorazioni conto terzi, imballaggi da rendere e merci in deposito;
  • impegni per acquisti di beni con contratti già  sottoscritti ma non ancora eseguiti totalmente o parzialmente;
  • impegni per contratti derivati;
  • rischi derivanti da cessione di crediti a terzi pro-solvendo e pro-soluto.

Inoltre, per ciascun tipo, dovranno distintamente essere indicate le garanzie prestate a favore di imprese controllate, collegate e controllanti.

=> Leggi come funziona la Nota Integrativa

A corredo dei conti d'ordine la Nota Integrativa deve indicare:

  • gli impegni non risultanti in calce allo Stato Patrimoniale;
  • tutte le notizie utili a valutare la situazione patrimoniale e finanziaria dell'impresa;
  • gli impegni inerenti a controllate, collegate e controllanti;
  • i debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali con specifica indicazione della natura delle garanzie.