Imprese, aperture e chiusure: mappa regionale

di Redazione PMI.it

scritto il

Saldo positivo per la nascita di nuove imprese nel 2019: Lazio, Campania e Lombardia in cima alla classifica delle regioni più attive.

Aumenta il numero di imprese nate nel 2019, anno che vanta 5mila attività imprenditoriali in più rispetto all’anno precedente. A essere elevato, tuttavia, è anche la quota delle aziende che hanno chiuso i battenti, 10mila in più del 2018.

=> Guida Startup, un aiuto a chi vuole fare impresa in Italia

Stando ai dati diffusi oggi da Unioncamere sulla base di Movimprese, la rilevazione trimestrale condotta da InfoCamere, alla fine del 2019 il saldo tra entrate e uscite è stato positivo per 26.629 imprese, sebbene questa cifra sia la più bassa degli ultimi 5 anni.

Tra i settori che hanno avuto un andamento maggiormente positivo compaiono i servizi legati al turismo (8.211 imprese in più), le attività professionali (+6.663), i servizi alle imprese (+6.319), le attività immobiliari (+4.663) e le costruzioni (+3.258).

Dal punto di vista territoriale, invece, a mostrare un trend in ascesa è stato il Mezzogiorno caratterizzato da una crescita di 14.534 unità, con il Lazio in cima alla classifica delle regioni che hanno visto una maggiore crescita delle imprese. Campania e Lombardia sono rispettivamente in seconda e terza posizione.

Qui di seguito la tabella che riassuma la nati-mortalità delle imprese suddivisa per regioni:

I Video di PMI

Resto al Sud per giovani imprenditori