Tratto dallo speciale:

Bonus 200 euro INPS: come fare domanda

di Redazione PMI.it

scritto il

Attivo sul sito INPS il servizio per presentare la domanda di bonus 200 euro: chi deve fare richiesta di indennità una tantum, come ed entro quando.

Online è disponibile il servizio INPS per la presentazione della domanda di Bonus 200 euro: l’indennità una tantum  su richiesta è previsto nei casi indicati all’Articolo 32 del DL 50/2022 ai commi 8, 11, 13 ,14, 15 e 16. Vediamo di seguito tutte le alternative per inoltrare la richiesta e quali scadenze e tempistiche sono previste.

Come fare domanda di Bonus 200 euro INPS

È possibile presentare domanda accedendo al servizio denominato “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” raggiungibile dalla home page del sito web dell’INPS (www.inps.it) e seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”, autenticandosi con credenziali personali – SPID di livello 2 o superiore; Carta di identità elettronica 3.0 (CIE); Carta nazionale dei servizi (CNS) – e selezionando la propria categoria di appartenenza.

In alternativa al portale, è possibile chiedere il bonus telefonando al Contact Center INPS – numero verde 803 164 da rete fissa oppure 06 164164 da rete mobile a pagamento – muniti di PIN telefonico temporaneo (può essere generato accedendo all’apposita sezione dell’area riservata “MyInps”).

Infine, è possibile presentare domanda rivolgendosi agli Istituti di Patronato.

Come controllare l’esito

Una volta presentata la domanda, accedendo alla procedura sarà possibile consultare  ricevute e documenti allegati, monitorare lo stato di lavorazione della pratica ed eventualmente anche aggiornare le informazioni fornite sulle modalità di pagamento.

Chi deve fare domanda di Bonus 200 euro

Le categorie di soggetti ammessi al Bonus 200 euro per le quali è necessario inoltrare richiesta telematica di indennità una tantum, sono quelle indicate nella procedura:

  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • autonomi occasionali;
  • lavoratori domestici;
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti (compresi i lavoratori agricoli a tempo determinato);
  • incaricati alle vendite a domicilio.

NB: la domanda degli stagionali, a tempo determinato e intermittenti nonché degli iscritti al Fondo Spettacolo deve essere presentata esclusivamente se non sono sono sotto contratto a luglio.

Quando si riceve il Bonus

I lavoratori domestici titolari di uno o più rapporti di lavoro al 18 maggio e con reddito annuo fino a 35.000 euro nel 2021 possono presentare domanda fino al 30 settembre 2022, con pagamento del bonus dal mese di luglio.

Per le altre categorie di lavoratori indicate nella procedura (qualora non siano già destinatari del bonus automatico – dipendenti, pensionati, percettori di RdC o sussidi di disoccupazione – la scadenza per la domanda è il 31 ottobre ed i pagamenti saranno effettuati dopo tale data.