Tratto dallo speciale:

CCNL Metalmeccanici: obbligo formazione, piattaforma e scadenze

di Redazione PMI.it

scritto il

Formazione continua dei Metalmeccanici dopo il rinnovo CCNL: Federmeccanica offre alle aziende una piattaforma per i nuovi obblighi di contratto.

Il nuovo CCNL Metalmeccanica – Industria, recentemente rinnovato fino al 30 giugno 2024, pone particolare enfasi sulla formazione professionale dei dipendenti a tempo indeterminato e a termine (con contratto di durata non inferiore a 9 mesi), per dare al settore metalmeccanico un’ulteriore spinta competitiva, soprattutto sul fronte delle competenze digitali.  Il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro per i metalmeccanici – all’art. 7, Sezione Quarta, Titolo VI – stabilisce infatti il diritto soggettivo alla formazione continua, ovvero all’erogazione di almeno 24 ore di formazione per ciascun dipendente nell’arco di ogni vigenza contrattuale, oggi diventate totalmente a carico dell’azienda.

=> CCNL Metalmeccanici 2021: smart working, formazione e apprendistato

Le ore di formazione possono essere utilizzate in varie forme e per aiutare le imprese a rispettare gli obblighi contrattuali e a organizzare la formazione per tutti i lavoratori, Federmeccanica insieme a Assistal e Fim Fiom Uilm, si è impegnata realizzare la piattaforma per la formazione e a metterla a disposizione di tutti i metalmeccanici. Vediamo le scadenze, le istruzioni per la registrazione a MetApprendo con la Formazione Continua e il versamento una tantum.

Formazione Metalmeccanici con MetApprendo

La nuova iniziativa per la formazione dei lavoratori metalmeccanici è stata presentata in questi giorni presso il CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro). Si tratta della realizzazione di un portale dedicato ai “Servizi per la Formazione” volto a rendere il processo formativo ancora più accessibile, flessibile e, soprattutto, conveniente. Un progetto “dinamico”, spiega Federmeccanica, che parte dai servizi individuati come prioritari durante i confronti con aziende e associazioni territoriali, per poi essere incrementato nel tempo. Il portale sarà composto da una sezione accessibile a tutti contenente:

  • format dedicati ad aiutare le aziende a capire come fare analisi del fabbisogno e come e perché è importante pianificare e registrare la formazione;
  • video motivazionali;
  • esemplificazioni di piani formativi;
  • un piano di rafforzamento delle competenze digitali.

Le aziende che si accrediteranno, accedendo all’area riservata, potranno in più:

  • usufruire di pillole formative su competenze trasversali (tecniche di base, linguistiche o digitali), grazie a sequenze rapidamente fruibili facili da seguire ed efficaci nel risultato;
  • registrare la formazione mediante tecnologia blockchain che consente di gestire un registro di dati in modo univoco e immutabile;
  • visualizzare e gestire i dati delle attività formative dei propri dipendenti;
  • avere il dossier del lavoratore, un documento digitale che racconta la storia formativa del dipendente.

=> Metalmeccanici: i progetti DigitalMEC e Competere

MetApprendo: registrazione, versamento e scadenze

Per sviluppare questo impianto “Servizi per la Formazione”, è stato introdotto un contributo una tantum a carico delle aziende pari ad 1,50 € a dipendente. Il contributo verrà versato all’Associazione non riconosciuta senza scopo di lucro, gestita bilateralmente dalle parti stipulanti il il CCNL Metalmeccanici di febbraio 2021, denominata “MetApprendo”, la cui costituzione si è resa necessaria per consentire l’attuazione dell’impegno contrattuale. MetApprendo, poi, andrà ad erogare i servizi nei confronti dei soci. Per  fruire dei servizi messi a disposizione dalla piattaforma è necessario che le aziende del settore Metalmeccanico:

  • si registrino sul sito MetApprendo.it. Il processo di registrazione è piuttosto veloce e intuitivo ma in caso di necessità è possibile consultare il manuale di istruzioni disponibile sul sito o rivolgersi al servizio di help desk attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 14:00;
  • tengano conto di tutto il personale in forza al 31 dicembre 2020, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro, ivi compresi, quindi, i lavoratori con contratto di lavoro a termine, a part-time, gli apprendisti, i lavoratori con altre forme contrattuali di rapporto di lavoro subordinato nonché i dirigenti, anche se alla data del 31 dicembre 2020 non risultavano in effettivo servizio perché, in CIG, aspettativa, o altre situazioni similari. Nel conteggio non devono invece essere considerati i lavoratori in somministrazione;
  • pagare il contributo indicato nel bollettino MAV che la piattaforma genera automaticamente in base ai dati indicati in fase di registrazione.

Gli importi versati non sono imponibili ai fini fiscali e contributivi. La scadenza per effettuare il versamento a MetApprendo è fissata per il 15 ottobre 2021.