Stipendio netto Metalmeccanico in aumento: cosa prevede il CCNL per ogni Livello

di Noemi Ricci

scritto il

Retribuzioni CCNL Metalmeccanici: rivalutazioni, incrementi e calcolo dello stipendio netto dei metalmeccanici dopo rinnovo contratto e adeguamento ISTAT.

Dal 1° giugno 2022 sono in vigore gli aumenti retributivi del nuovo CCNL Metalmeccanici, il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro che detta le regole contrattuali per le lavoratrici e i lavoratori addetti all’industria metalmeccanica privata e alla installazione di impianti. Lo scorso 8 giugno, inoltre, è stato firmato l’accordo per gli adeguamenti retributivi legati alla rivalutazione ISTAT e per l’aumento delle indennità di trasferta e reperibilità.

Vediamo cosa prevede e quali scatti di stipendio sono previsti.

Stipendio netto Metalmeccanici

Lo stipendio di un metalmeccanico varia a seconda dell’esperienza, del ruolo e del livello in cui è inquadrato il lavoratore. Un operaio metalmeccanico percepisce in media uno stipendio netto di 1.250 euro al mese che corrispondono ad una RAL (Retribuzione Annua Lorda) di circa 22.200 euro all’anno e la retribuzione netta mensile va da un minimo di 750 euro a un massimo di 1.800 euro. In generale, la busta paga di un metalmeccanico risulta più leggera di circa 300 euro  rispetto alla retribuzione media nazionale (-19%).

=> Calcolo stipendio netto online

Livelli e retribuzioni Metalmeccanici

Lo stipendio di un metalmeccanico dipende dal livello di inquadramento e dalle mansioni svolte. I livelli di inquadramento del CCNL Metalmeccanici, con il rinnovo del contratto metalmeccanici industria sono diventati nove. Dal 1° giugno 2021 l’inquadramento dei lavoratori rientranti nelle diverse categorie legali di quadri, impiegati e operai segue pertanto una classificazione unica articolata in nove livelli di inquadramento, ricompresi in quattro campi di responsabilità di ruolo:

  • campo D – Ruoli Operativi: Livelli D1 e D2 (ex livello 1, 2 e 3 metalmeccanico);
  • campo C – Ruoli Tecnico Specifici: Livelli C1, C2 e C3 (ex livello 3S, 4 e 5 metalmeccanico);
  • campo B – Ruoli Specialistici e Gestionali: Livelli B1, B2 e B3 (ex livello 5s, 6 e 7 metalmeccanico);
  • campo A – Ruoli di Gestione del cambiamento e Innovazione: Livello A1 (ex livello 8 metalmeccanico).

=> CCNL Commercio: calcolo stipendio netto livello per livello

Tabelle retributive metalmeccanici

Ecco le retribuzioni lorde mensili minime per ogni livello del CCNL Metalmeccanici in vigore dal 1° giugno 2021 a maggio 2022:

  • 2.424,86 euro mensili per i dipendenti assunti al livello A1 (ex livello 8 metalmeccanico);
  • 2.368,12 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B3 (ex livello 7 metalmeccanico);
  • 2.121,20 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B2 (ex livello 6 metalmeccanico);
  • 1.977,19 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B1 (ex livello 5S metalmeccanico);
  • 1.844,64 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C3 (ex livello 5 metalmeccanico);
  • 1.722,41 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C2 (ex livello 4 metalmeccanico);
  • 1.686,74 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C1 (ex livello 3S metalmeccanico);
  • 1.651,07 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D2 (ex livello 3 metalmeccanico);
  • 1.488,89 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D1 (ex livello 1 e 2 metalmeccanico).

Di seguito le tabelle retributive metalmeccanici da giugno 2022 a maggio 2023:

  • 2.457,72 euro mensili per i dipendenti assunti al livello A1;
  • 2.400,22 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B3;
  • 2.149,95 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B2;
  • 2.003,99 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B1;
  • 1.869,64 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C3;
  • 1.745,75 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C2;
  • 1.709,60 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C1;
  • 1.673,45 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D2;
  • 1.509,07 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D1.

Di seguito le tabelle degli stipendi minimi per i metalmeccanici da giugno 2023 a maggio 2024:

  • 2.493,21 euro mensili per i dipendenti assunti al livello A1;
  • 2.434,88 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B3;
  • 2.181,00 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B2;
  • 2.032,93 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B1;
  • 1.896,64 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C3;
  • 1.770,96 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C2;
  • 1.734,29 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C1;
  • 1.697,62 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D2;
  • 1.530,86 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D1.

Di seguito le tabelle delle retribuzioni dei metalmeccanici da giugno 2024:

  • 2.539,22 euro mensili per i dipendenti assunti al livello A1;
  • 2.479,81 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B3;
  • 2.221,25 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B2;
  • 2.070,45 euro mensili per i dipendenti assunti al livello B1;
  • 1.931,64 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C3;
  • 1.803,64 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C2;
  • 1.766,30 euro mensili per i dipendenti assunti al livello C1;
  • 1.728,95 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D2;
  • 1.559,11 euro mensili per i dipendenti assunti al livello D1.

Rivalutazioni ISTAT da giugno 2022

Lo scorso 8 giugno 2022, è stato firmato l’accordo per gli adeguamenti retributivi dovuti alla rivalutazione ISTAT e per l’aumento delle indennità di trasferta e di reperibilità. La quota di incremento per l’adeguamento all’inflazione è comunque assorbita agli aumenti previsti dal rinnovo del contratto.

Indennità di trasferta dal 1° giugno 2022

  • trasferta intera 44,47 euro
  • quota per pranzo o cena 11,97 euro
  • quota pernottamento 20,53 euro

Indennità di reperibilità dal 1° giugno 2022

  • compenso giornaliero per reperibilità di 16 ore: per i livelli D1, D2 e C1, 4,99 euro; per i livelli C2 e C3, 5,95 euro; per i livelli B1, B2, B3 e A1, 6,83 euro;
  • compenso giornaliero per reperibilità di 24 ore: per i livelli D1, D2 e C1, 7,51 euro; per i livelli C2 e C3, 9,33 euro; per i livelli B1, B2, B3 e A1, 11,24 euro;
  • compenso giornaliero per reperibilità di 24 ore festiva: per i livelli D1, D2 e C1, 8,11 euro; per i livelli C2 e C3, 10,01 euro;
    per i livelli B1, B2, B3 e A1, 11,83 euro;
  • compenso settimanale per reperibilità su 6 giorni: per i livelli D1, D2 e C1, 32,46 euro; per i livelli C2 e C3, 39,08 euro; per i livelli B1, B2, B3 e A1, 45,39 euro;
  • compenso settimanale per reperibilità su 6 giorni con festivo: per i livelli D1, D2 e C1, 33,06 euro; per i livelli C2 e C3, 39,76 euro; per i livelli B1, B2, B3 e A1, 45,98 euro;
  • compenso settimanale per reperibilità su 6 giorni con festivo e giorno libero: per i livelli D1, D2 e C1, 35,58 euro; per i livelli C2 e C3, 43,14 euro; per i livelli B1, B2, B3 e A1, 50,39 euro.

Calcolo stipendio netto Metalmeccanici

Per il calcolo dello stipendio netto a partire dalla RAL (lordo mensile moltiplicato per il numero di mensilità), al di là del livello previsto e dalla mansione svolta, il procedimento è sempre quello di sottrarre al lordo la tassazione della busta paga, ovvero le imposte (IRPEF e addizionali) e i contributi previdenziali a carico del lavoratore. In caso di diritto al Bonus Renzi e alle detrazioni fiscali spettanti per i familiari a carico (figli e coniuge), il loro importo si aggiunge al netto in busta paga.

Ad esempio la busta paga di un metalmeccanico 5° livello, livello C3, mostra un lordo mensile di 1.844,64 euro, pari ad uno stipendio netto di 1.343 € al mese (17.462 € € l’anno netti, per un lordo di circa 24mila euro, considerando 13 mensilità). Prendendo ad esempio un 4° livello metalmeccanico, lo stipendio netto sarà invece di circa 1.266 € al mese, ovvero 16.462 € l’anno, con una RAL di 22.400 euro circa.