Contratti II livello: deposito telematico obbligatorio

di Redazione PMI.it

scritto il

Al via dal mese di settembre l'obbligo di deposito telematico dei contratti di secondo livello: come si effettua e le nuove istruzioni del Ministero.

Il deposito telematico dei contratti di secondo livello di qualsiasi tipo (fiscali, contributive e così via) diventa obbligatorio da settembre. A prevederlo è stato il cosiddetto Jobs Act (articolo 14 del Decreto Legislativo n. 151/2015) al quale il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha dato recentemente attuazione con la applicativo.

=> Contratti di solidarietà, sgravi entro ottobre

Deposito contratti telematico

Secondo quanto disposto dalla norma, le agevolazioni legate alla stipula di contratti collettivi aziendali o territoriali (premi di risultato, partecipazione agli utili d’impresa, conciliazione vita lavoro, welfare, formazione 4.0 e così via) verranno riconosciute solo a condizione che questi vengano depositati in via telematica presso il Ministero. Quest’ultimo si occuperà poi, insieme all’Ispettorato Nazionale del Lavoro, di mettere a disposizione delle altre amministrazioni e degli enti pubblici interessati le informazioni contenute nei contratti di secondo livello depositati telematicamente.

=> Rispetto dei CCNL: i trattamenti di welfare non rilevano

Ora il Ministero ha reso noto che dal 15 settembre 2019, tutti i contratti di secondo livello, siano essi aziendali o territoriali, dovranno essere effettuati obbligatoriamente con questa procedura telematica e non più utilizzando gli indirizzi PEC delle sedi territoriali dell’Ispettorato nazionale del lavoro, qualunque sia la motivazione della stipula dell’accordo.

Come effettuare il deposito telematico

Il deposito telematico dei contratti si effettua in due fasi:

  1. si carica sull’applicativo il file in formato pdf e si inseriscono le informazioni di base (dati del datore di lavoro/associazione di categoria che effettua il deposito, tipologia di contratto, data di sottoscrizione e periodo di validità);
  2. si specifica l’agevolazione per cui si intende effettuare il deposito telematico, inserendo ulteriori dati eventualmente richiesti dal sistema. Se il deposito telematico non è effettuato ai fini della fruizione delle suddette agevolazioni è possibile in questa fase compilare il campo testuale “Altro”, aggiungendo ulteriori informazioni.