Incentivi assunzioni 2012

di Redazione PMI.it

scritto il

Anche per il 2012 i datori di lavoro che assumano lavoratori disoccupati, se rientranti in apposite categorie, possono beneficiare degli incentivi all'occupazione previsti in via sperimentale dalla legge n. 191 del 23 dicembre 2009, art. 2, commi 134, 135 e 151 e prorogati per il 2011 e per il 2012 rispettivamente dalla legge 220/2010 e dalla legge 183/2011.

A fornire le indicazioni per la fruizione degli incentivi per l'anno 2011 (quindi per le assunzioni effettuate entro il 31 dicembre dello scorso anno) è la circolare dell'INPS n° 76, mentre per quelli relativi al 2012 bisognerà  attendere l'emanazione di un ulteriore decreto.

La circolare richiama le modalità  di attuazione delle disposizioni di legge per l'anno 2011 contenute nel decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali n. 62509 del 31 ottobre 2011 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012.

Gli incentivi spettano alle imprese che assumano a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale, di lavoratori rientranti nelle seguenti tipologie:

  • lavoratori disoccupati ultracinquantenni;
  • titolari di indennità  di disoccupazione non agricola con requisiti normali;
  • dipendenti già  in forza, con almeno 35 anni di anzianità  contributiva, per i quali siano scaduti determinati incentivi connessi alla condizione di disoccupato;
  • lavoratori disoccupati di qualunque età , titolari di indennità  di disoccupazione ordinaria o del trattamento speciale di disoccupazione edile.


«L'incentivo spetta, altresì, nell'ipotesi di trasformazione a tempo indeterminato o proroga a tempo determinato, effettuate nel corso del 2011, di un rapporto di lavoro a tempo determinato originariamente instaurato dopo il primo gennaio 2010» ma a determinate condizioni, ovvero che il lavoratore:

  • fosse titolare dell'indennità  di disoccupazione non agricola con requisiti ordinari alla data dell'assunzione a tempo determinato;
  • abbia compiuto 50 anni alla data della trasformazione a tempo indeterminato o della proroga a tempo determinato.

L'agevolazione concessa viene riconosciuta per la durata del rapporto di lavoro, ma non oltre il 31 dicembre 2011, e consiste in un beneficio contributivo. Per l'anno 2011, nel limite delle risorse appositamente stanziate dal decreto, vene riconosciuto un beneficio pari a euro 3.600.000 euro.

Le domande per accedere all’agevolazione devono essere presentate esclusivamente in modalità  telematica, avvalendosi dell'applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità  del Contribuente” disponibile presso il sito internet dell'INPS, seguendo il percorso “servizi on line”, “per tipologia di utente”, “aziende, consulenti e professionisti”, “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e pin), “dichiarazioni di responsabilità  del contribuente”.

Il temine per la presentazione delle domande scade il 31 giugno 2012.