Contratto di lavoro tempo indeterminato

Per contratto di lavoro a tempo indeterminato si intende un accordo fra le parti nel quale un soggetto, il lavoratore, si impegna dietro versamento di una retribuzione e senza vincolo di durata alcuno, a prestare la propria attività lavorativa accettando il potere direttivo, organizzativo e disciplinare di un altro soggetto, il datore di lavoro.
Il contratto di lavoro subordinato va inteso quindi a tempo indeterminato, concetto questo già chiaramente espresso dal legislatore già nel 1962 e più recentemente ribadito nel 2007 dopo che la riforma del lavoro con la quale poteva sembrare che il contratto di lavoro subordinato andasse inteso a tempo determinato.
In questa sezione del sito trovi tutte le novità in materia, gli approfondimenti e gli incentivi alle imprese che assumono.

Tutti gli articoli

Nuove assunzioni, FAQ esonero contributivo

Esonero contributivo 2016 per l’assunzione di lavoratori a tempo indeterminato: chiarimenti sui requisiti richiesti con particolare riferimento alle precedenti assunzioni.

feedback

Costo del Lavoro: fallimento del Jobs Act?

Sulla base dei dati INPS, analisi delle misure per incentivare occupazione e contratti a tempo indeterminato contenute nel Jobs Act e delle modifiche apportate dalla Legge di Stabilità 2016.

Bonus assunzione, anche di pensionati

Bonus assunzione alle aziende che impiegano disoccupati, anche se pensionati e collaboratori trasformati in lavoratori subordinati: i chiarimenti del Ministero del Lavoro.

Sgravi contributivi per nuove assunzioni 2016

Nuovi sgravi contributivi per i lavoratori che nel corso del 2016 verranno assunti con contratto a tutele crescenti. Si tratta, tuttavia, di un incentivo ridotto, sia nella durata sia nel valore, rispetto al bonus dell’anno scorso. A prevederlo è la Legge di Stabilità per il 2016. Destinatarie sono le imprese del settore privato che assumo […]