BNL e Unionfidi: 50 mln per finanziare le Pmi del Nord-Ovest

di Redazione PMI.it

scritto il

Ancora un'intesa siglata da BNL per concedere linee di credito agevolato alle aziende italiane: dopo la Toscana, è il turno del Nord-Ovest

Credito alle imprese italiane: BNL (Gruppo Bnp Paribas) rinnova ancora una volta la volontà di investire sulle Pmi, finanziandole in questa delicata fase di ripresa economica, che richiede azioni di consolidamento ma anche di sviluppo e internazionalizzazione, oltre alle normali attività di gestione ordinaria.

La nuova intesa con Unionfidi è studiata per le piccole e medie imprese del Nord-Ovest: Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta un plafond di circa 50 milioni di euro.

Ammesse al finanziamento bancario agevolato – un insieme di formule a medio e lungo termine – sono le Pmi di tutte le categorie merceologiche, alle quali Unionfidi concederà garanzie con copertura fino al 50% del credito ottenuto.

Nelle ultime settimane, BNL ha siglato numerosi accordi volti a potenziare le opportunità di finanziamento alle Pmi italiane: con Eurofidi per un plafond di 50 mln di euro destinati alle Pmi del Centro Italia (Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche e Piemonte); con FidiToscana in favore delle Pmi toscane; ora con Unionfidi per le Pmi del Nord-Ovest.

Una “roadmap” in linea con la nuova iniziativa CrediAzienda, studiata per rispondere alle esigenze delle Pmi – in termini di investimenti ma anche di finanziamento ordinario – oltre che per supportare le start-up.

«Stiamo sviluppando partnership con qualificati e selezionati rappresentanti del mondo economico italiano», ha spiegato Stefano Calderano, Responsabile Divisione Retail e Private BNL, «per essere al fianco degli imprenditori e sostenerli, grazie ai nostri specialisti presenti direttamente sul territorio, nelle agenzie della Banca».