Incentivi alle PMI marchigiane per contratti di solidarietà

di Redazione PMI.it

scritto il

Sostegno alle imprese delle Marche escluse dalla CIG che attivano contratti di solidarietà difensiva per evitare licenziamenti.

La Regione Marche concede incentivi alle imprese locali che, escluse dai contributi per la cassa integrazione, stipulano contratti di solidarietà per evitare di licenziare i dipendenti.

=> Patto anticrisi per  PMI delle Marche

Il bando prevede l’erogazione di contributi alle PMI che hanno già presentato la domanda di ammissione al contributo a sostegno del CdS erogato dal Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali.

Secondo quanto previsto dalla Regione, gli incentivi sono concessi per integrare la quota di retribuzione persa dai lavoratori (dirigenti esclusi) interessati dai CdS (operai, impiegati, quadri, soci di cooperative di produzione e lavoro e lavoratori part-time).

Possono beneficiare degli incentivi (concessi per un periodo massimo di 12 mesi) anche i dipendenti che sono stati assunti con contratto a termine, contratto di apprendistato e inserimento lavorativo.

Le imprese possono inviare le richieste di contributo entro il 20 novembre 2012.

Il bando è pubblicato sul sito della Regione Marche

=> Leggi tutte le news per le PMI delle Marche