Certificazioni di qualità: contributi alle imprese toscane

di Teresa Barone

scritto il

La CCIAA di Arezzo stanzia contributi alle imprese per promuovere la certificazione di qualità: finanziamenti a fondo perduto in conto capitale per le Pmi del settore beni e servizi.

Dalla Camera di Commercio di Arezzo arrivano contributi alle imprese locali per ottenere certificazioni di qualità, sia inerenti l’area produttiva sia la sostenibilità ambientale. Sono previsti finanziamenti a fondo perduto in conto capitale per le Pmi operative nel settore della produzione di beni o erogazione di servizi.

Contributi speciali per imprese del settore agroalimentare

Gli incentivi per l’acquisizione di certificazioni di qualità possono coprire fino al 20% delle spese, e comunque l’importo non può superare i 3.098,74 euro.

Solo per le Pmi del settore agroalimentare la cifra sarà maggiorata, mentre tutte le imprese potranno chiedere un secondo finanziamento per ottenere la certificazione Vision 2000.

Le imprese possono inviare la domanda direttamente alla CCIAA di Arezzo, sia prima dell’inizio del processo di certificazione sia in via preventiva. In ogni caso l’acquisizione deve concludersi entro due anni dalla concessione.

Il bando è scaricabile dal sito della CCIAA di Arezzo