Acquisti su e-commerce: la mappa regionale

di Teresa Barone

scritto il

Italiani e acquisti online: un’indagine Ipsos-Webloyalty illustra l’attività in Rete dei buyer nazionali a seconda della Regione di residenza.

Italiani alle prese con il commercio elettronico: se il 37% dei cittadini adulti sembra non aver mai utilizzato le risorse della Rete, sono sempre di più gli utenti che si dedicano agli acquisti online usufruendo delle varie piattaforme e-commerce.

Lo rivela una ricerca Ipsos condotta per conto di Webloyalty su un campione di circa 5mila consumatori europei. Quasi tre italiani su quattro tra coloro che utilizzano gli e-commerce, inoltre, hanno effettuato almeno cinque acquisti in Rete nell’arco degli ultimi sei mesi.
Osservando le abitudini dei buyer nelle varie Regioni della penisola, in cima alla classifica delle realtà più attive nel commercio elettronico figura l’Umbria con l’89,5% di “compratori assidui” e solo un 10,5 di “acquirenti occasionali”. A seguire Liguria, Toscana, Basilicata, Lombardia, Sardegna, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio e Veneto. Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Calabria, Campania  e l’Abruzzo, invece, sono Regioni popolate perlopiù da acquirenti occasionali.

«I dati della ricerca dimostrano come l’e-commerce, una volta conosciuto, sia molto apprezzato dagli utenti e rappresenti una via privilegiata per stimolare i consumi, oltre a incrementare  la capacità di spesa degli acquirenti.» Così ha dichiarato Alexandre Cotigny, Direttore Generale Sud Europa di Webloyalty.