Tratto dallo speciale:

Cloud computing, meglio interno all’azienda

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Nel panorama dei servizi offerti attraverso tecniche di cloud computing, le aziende preferiscono quelli interni, in attesa che quelli esterni risultino sufficientemente maturi

Il cloud Computing sta introducendo un nuovo modello di creazione, utilizzo e gestione dei servizi IT. In particolare, molte aziende iniziano ad apprezzare i benefici delel soluzioni offerte via Web attraverso il paradigma del SaaS (Software-as-a-service).

In questo contesto, tuttavia, si evidenzia la tendenza a preferire il cosiddetto private cloud computing rispetto a quello su server esterni, offerto dai principali provider.

In altre parole, in questo momento viene apprezzata la modalità di fornitura del Cloud Computing tramite rete aziendale privata delle aziende.

Una opzione considerata efficace e sostenibile, in grado di sfruttare i benefici cloud senza esporsi eccessivamente ai rischi esterni.

Ad esempio, tra i criteri di valutazione si individuano la disponibilità di un architettura IT scalabile e flessibile, insieme alla capacità del servizio di essere plasmato sulle esigenze interne e sull’infrastruttura già presente in azienda.

Secondo gli analisti Gartner, ed evidentemente secondo le imprese, un giusto compromesso tra i due aspetti è ottenibile dall’applicazione privata del Cloud Computing.

Pertanto, si stima che il private cloud computing continui a crescere nel tempo divenendo motore primario per ladiffusione capillare della tecnologia stessa.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso