Windows XP in downgrade fino al 2011 e Vista in saldo per le imprese

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Microsoft annuncia una ulteriore estensione all'acquisto di XP in downgrade e un contemporaneo sconto per Windows Vista Business: i miracoli della crisi

La crisi economica produce effetti a catena, non ultimo l’annuncio di Microsoft di un forte sconto sull’acquisto delle licenze multiple di Windows Vista Business. Il tutto, in virtù della promozione “Dai Fiducia al tuo Business”.

Nello specifico, si legge sul sito Microsoft, sarebbe disponibile uno sconto del 20% a partire dall’acquisto di 5 licenze fino ad un massimo di 100.

Inoltre, qualora le aziende fossero interessate anche ad altre soluzioni software, il colosso di Redmond mette in saldo tra gli altri anche Office System 2007, SQL Server 2008, Windows Server 2008 e Exchange Server 2007.

Nel frattempo la stessa casa ha deciso di estendere ulteriormente la possibilità di scegliere Windows XP fino al 2011, attraverso un downgrade delle licenze di “Windows 7 Professional” e “Ultimate” ad XP.

L’opzione sarà disponibile per tutti coloro che acquisteranno un PC prima del rilascio del primo Service Pack per Windows 7, oppure fino a 18 mesi dalla GA (General Availability) di quest’ultimo.

La vita di XP sembra quindi prolungarsi puù del previsto, soprattutto grazie alle richieste aziendali che spingono per un pensionamento posticipato del sistema operativo considerato tra i più stabili ed efficienti.

In ogni caso, per superare questo periodo di confusione dovuto alla contemporanea presenza di più sistemi operativi Microsoft, la case produttrici di personal computer iniziano a differenziare le proprie soluzioni.

Fujitsu, ad esempio, per convincere gli utenti a non rimandare l’acquisto di PC all’uscita di Windows 7, aggiunge alla propria offerta un voucher per l’aggiornamento al nuovo S.O. di prossima uscita. Tuttavia il voucher non è gratuito, ma venduto al costo minimo compreso tra 9 e 15 dollari.