Laboratorio Tivoli di IBM pronto a nuove sfide

di Marianna Di Iorio

scritto il

Il team di IBM è al lavoro per lanciare nuove soluzioni nell'ambito del VoIP e in particolare del Network Management, per la gestione delle reti complesse

«A partire dal mese di maggio aumenta la gamma delle soluzioni software sviluppate dal Laboratorio Tivoli di Roma». Sono queste le parole utilizzate da IBM per annunciare, attraverso un comunicato stampa pubblicato oggi, gli imminenti lavori nel suo centro di ricerca.

Creato nel 1978, il Laboratorio Tivoli è considerato uno dei centri di eccellenza di IBM nell’area dello sviluppo del software e nella ricerca sulle nuove tecnologie.

In particolare, il team di esperti è al lavoro per realizzare soluzioni sia nell’ambito del VoIP sia in quello del Network Management, relativo alla gestione delle reti informatiche complesse, per prevenire problemi legati al malfunzionamento delle infrastrutture.

Il Laboratorio di Roma punta, dunque, ad acquisire un ruolo importante per quanto riguarda non soltanto il VoIP, ma più in particolare il Network Management.

IBM ha già dimostrato il suo interesse nei confronti della gestione delle reti informatiche complesse, grazie all’accordo reggiunto nel 2005 con Micromouse che ha portato allo sviluppo di prodotti per la gestione operativa delle reti informatiche e a quello più recente (nel 2006) con Vallent, che ha smosso l’interesse nei confronti delle reti mobili (come palmari, cellulari e dispositivi wireless).