HP: l’IT optimization diventa SAAS

di Paolo Iasevoli

scritto il

La nuova offerta di Business Technology Optimization di HP è basata su servizi che le imprese possono usare tramite Web per controllare la propria dotazione tecnologica

Tenere sotto controllo l’intero parco software aziendale senza installare un software apposito.

Questa l’idea alla base della nuova offerta di HP, che propone alle imprese un set di servizi per la Business Technology Optimization in forma di SAAS (Software As A Service), da utilizzare direttamente su internet tramite browser Web.

«Il SAAS permette ai nostri clienti di raggiungere benefici immediati senza eccessivi costi di avviamento e di formazione», sono le parole del portavoce di HP che evidenzia uno dei punti di forza comunemente riconosciuti del “software come servizio”.

L’offerta di HP si basa su 4 distinte soluzioni, ognuna dedicata a un aspetto specifico del BTO. Project and Portfolio Management Center gestisce l’esecuzione delle attività e dei progetti, aiutando gli utenti con informazioni di supporto alle proprie decisioni.

Quality Center gestisce invece tutti i processi di aggiornamento dei software, automatizzando le procedure di controllo, mentre Performance Center si occupa dell’analisi dei requisiti di sistema necessari a far girare un determinato programma.

Il tutto, rigorosamente online e con la formula on-demand che, nei piani di HP, dovrebbe rispondere alle esigenze di flessibilità tipiche delle PMI.