SCM: il Supply Chain Management

di Riccardo Grassi

scritto il

Quali le caratteristiche di un sistema informatico per gestire una "Supply Chain" e quali le principali differenze con i sistemi ERP

Il Supply Chain Management è un concetto ampio che riveste diversi temi, in particolare possiamo pensarlo come un modello di business e di management in cui una singola azienda, diventa parte di una rete di relazioni fra varie entità che integrano i propri processi (processi interni ed esterni) per fornire prodotti, servizi ed informazioni che producono valore per il consumatore finale.

Comporta un approccio integrato alla pianificazione ed al controllo del flusso di materiali e informazioni lungo l’intera “catena” sia a livello aziendale che interaziendale, al fine di assicurare che il prodotto o servizio sia consegnato nelle esatte quantità e nei giusti tempi al cliente che lo ha richiesto.

Ma quali sono i processi e le aree aziendali in cui la Supply Chain è protagonista in un’azienda? In letteratura i processi mappati sono divisi in cinque categorie principali:

  • PLAN: processi di pianificazione
  • SOURCE: processi di approvvigionamento
  • MAKE: processi di trasformazione
  • DELIVER: processi di distribuzione
  • RETUR: processi di rientro

Ovviamente ognuno di questi processi è scomponibile in altri sottoprocessi a seconda del business di ogni singola impresa. Inoltre è possibile suddividere ulteriormente le attività a seconda del loro livello di strategicità e strutturabilità.

In questo senso possiamo parlare di processi di pianificazione della Supply Chain o SCP (Supply Chain Planning) e processi collocabili nell’ambito dell’operatività aziendale (processi operazionali).

Infine possiamo identificare un terzo gruppo di processi trasversali: sono tutti quei processi atti a supportare la pianificazione e l’esecuzione delle attività tramite il coordinamento dei flussi informativi fra i diversi attori e processi della catena che consentono all’azienda di gestire al meglio gli attori, le relazioni e gli eventi coinvolti lungo la catena del valore o appunto Supply Chain, questi sono definiti processi di Supply Chain Coordination.

L’esame dei concetti di Supply Chain Management e delle attività che questi sistemi sono chiamati a gestire, potrebbe suggerire una affinità con i sistemi di ERP (Enterprise Resource Planning). In effetti vi sono elementi che rendono questi due archetipi in molti casi affini, complementari, ma in tutti i casi rimangono estremamente distinti tra loro, pur andando verso una forte integrazione.

La differenza sostanziale tra ERP e SCM è dovuta al fatto che i sistemi ERP si concentrano essenzialmente sull’integrazione ed il miglioramento dei processi di Business interni, dei flussi di materiali e dei flussi informativi a livello interorganizzativo, mentre i sistemi SCM sono volti a migliorare e gestire l’integrazione ed al miglioramento, oltre che dei processi di business interni, dei flussi di materiali, dei flussi informativi e finanziari fra l’azienda ed i partner coinvolti nella Supply Chain.

I sistemi SCM e ERP sono dunque complementari, condividono sempre più spesso logiche di integrazione dei dati e dei processi primari dell’azienda. Ci serviamo di una tabella per esaminare le principali differenze.

Sistemi ERPSistemi SCM
FOCUSMiglioramento processi di business a livello interorganizzativoMiglioramento processi di business fra l’azienda ed i partner coinvolti nella Supply Chain
Aree di Business supportateFinanzaAmministrazione e controlloProduzione Risorse UmanePianificazione della Supply Chain
Logistica (IN e OUT)
Produzione
Orientamento alle dinamiche ambientaliOrientamento alla reazione nei confronti del dinamismo ambientale e del mercatoOrientamento ad anticipare le dinamiche ambientali e di mercato
Ampiezza dei processi supportatiCoordinamento ed integrazione di tutti i processi interni all’aziendaCoordinamento ed integrazione dei processi interni ed esterni all’azienda
Supporto alla pianificazione ed all’operatività aziendaleLimitate funzionalità di pianificazione relative ai processi interniFunzionalità di supporto alla pianificazione ed all’esecuzione delle attività interne ed esterne
Caratteristiche della pianificazionePianificazione Continua, senza considerazione dei limiti alle risorse richieste per l’esecuzione dei piani Pianificazione basata sui limiti di risorse per l’esecuzione dei piani

Fonte: Adattamento da Zheng et alii

Possiamo quindi pensare alla SCM come ad uno strumento fondamentale per le imprese. Tipicamente questo concetto si è sviluppato ed evoluto nelle aziende di produzione di beni, ma sempre di più questi strumenti si stanno radicando anche nelle imprese di servizi in cui la relazione con i partner diventa spesso elemento determinante.