Tratto dallo speciale:

Office 2016: condivisione e servizi multi-piattaforma

di Alessandro Longo

scritto il

Arriva il primo Microsoft Office dell'era post-pc: con Office 2016 più collaborazione, condivisione e attenzione alla sicurezza dei dati, in chiave strategica multi-piattaforma.

Una rivoluzione di paradigma che va oltre le (pur tante) nuove feature introdotte: possiamo leggere in questo modo il senso del nuovo Office 2016, ben più di un aggiornamento incrementale della suite Microsoft, usata da un miliardo di utenti nel mondo. Piuttosto, Office 2016 racconta una direzione che chiaramente guarda ormai a un’era post-pc, in cui conta sempre di più tutto il mondo che è fuori dal computer dove è installato il prodotto.

=> Office 2016: la preview per Mac

È una filosofia che già ha debuttato in Windows 10 e ora si conferma – potenziandosi – con Office 2016. Definibile il primo Microsoft Office post-pc per diversi motivi.

  1. Prima di tutto esaspera il concetto di servizio continuo fornito ai clienti, un modello che è arrivato in Windows con la decima edizione. Da anni, i clienti corporate sono in grado di usare Office con aggiornamenti costanti via Internet, sottoscrivendoli come servizio, mentre adesso questa facoltà è data anche agli utenti consumer.
  2. Secondo motivo, Office 2016 sbarca in contemporanea su Mac, iOs e Android, scelta che aderisce perfettamente alla nuova strategia Microsoft di diventare un ecosistema di prodotti e servizi multi-piattaforma, focalizzandosi sui propri punti di forza (per lo stesso motivo, quest’anno ha deciso di ridurre il focus sulla produzione di hardware mobile e ha svalutato la divisione comprata da Nokia).

Collaborazione

Ma in effetti, sottilmente, anche un terzo elemento rivela il nuovo approccio Office: il suo essere focalizzato sulla collaborazione e il “teamwork”. È opinione condivisa che questa sia la principale novità di Office 2016, tra le tante: Office conferma così la propria vocazione Internet. Congeniale a un’era in cui i dati sono ormai ampiamente fuori dalla sfera “locale” del personal computer.

Molti l’hanno interpretata come una risposta a Google, che da anni permette di collaborare in real time sullo stesso documento. Microsoft ci tiene però a sottolineare di non essersi limitato a fare come il rivale: adesso unisce le funzioni di collaborazione con le caratteristiche avanzate di Office, più evolute di quelle delle app Google. Va detto che è un percorso in progress, a conferma della sua dirompente novità per Microsoft: le funzioni di collaborazione, al momento, sono attive solo su Word e solo tra utenti Windows (Microsoft dice che le estenderà poi alle altre applicazioni e altre piattaforme).

=> Microsoft Skype for Business

Integrazioni

Nella collaborazione viene integrato Skype; così come Office integra l’assistente virtuale Cortana, che ha debuttato su smartphone Windows. Queste integrazioni pure rispondono alla nuova strategia con cui Microsoft sta creando un ecosistema di tecnologie multi-piattaforma, multi-device. In particolare per gli utenti corporate con Office 365, Skype si integra con la directory aziendale, così i colleghi possono comunicare e collaborare sullo stesso documento all’interno della chat.

=> App Microsoft Office: gratis per iOS e Android

Sicurezza

Interessante, sempre per gli utenti aziendali, anche alcune funzioni di sicurezza. Arriva la tecnologia DLP (Data Loss Prevention) che riduce il rischio di perdita di dati sensibili e permette agli amministratori IT di creare, gestire e rinforzare in modo centralizzato le regole interne di modifica e condivisione. A fine anno arriverà anche un’altra funzione (a conferma del concetto di “servizio continuo”): il supporto di EDP (Enterprise Data Protection) di Windows 10, per una condivisione più sicura dei documenti Office tra tutte le app aziendale e i percorsi di rete e Cloud.

=> Il nuovo Microsoft Office 365 web

Prezzi e disponibilità

Gli abbonati ad Office 365 possono scaricare le nuove app Office 2016, già comprese nell’abbonamento. Da ottobre partiranno gli aggiornamenti automatici per gli utenti consumer e per le piccole imprese. Dai primi mesi del 2016, per gli utenti business. In alternativa, è possibile comprare le versioni stand-alone, a questi prezzi:

_____________

Per approfondimenti: Support Office e download.HTML.it