Windows 10, procedura dell’upgrade

di Filippo Vendrame

scritto il

Il 29 luglio, come noto da tempo, Microsoft lancerà Windows 10. Tuttavia, la procedura di upgrade non rispecchierà le attese degli utenti. La casa di Redmond ha, infatti, fatto sapere che per offrire la migliore esperienza d’aggiornamento possibile, Windows 10 sarà distribuito ad ondate. Questo, perché, c’è molto interesse attorno al nuovo sistema operativo e sono svariati milioni gli utenti che hanno già prenotato una copia upgrade gratuita per il loro PC.

=> Microsoft porta al debutto Windows 10 il 29 luglio

Un successo che Microsoft ha apprezzato e che mette già sulla buona strada Windows 10. Dunque, a partire dal 29 luglio, Windows 10 per PC sarà rilasciato innanzitutto a tutti i 5 milioni di iscritti al programma Windows Insider che avranno il compito di spianare la strada al rilascio del sistema operativo per tutti gli altri utenti. Gli Insider avranno anche il compito di valutare la build definitiva e di inviare feedback sull’upgrade. Successivamente, Microsoft distribuirà Windows 10 a scaglioni a tutti coloro che hanno prenotato la copia upgrade di Windows 10. Non sono noti i dettagli delle ondate di rilascio, cioè quante utenze potranno ricevere l’upgrade ogni giorno e ne quanto tempo complessivamente durerà la fase di distribuzione di Windows 10. Gli utenti che hanno prenotato l’upgrade non dovranno fare nulla. Una volta che il pacchetto aggiornamento sarà stato scaricato, il sistema avviserà che è pronto all’installazione. Windows 10 Enterprise e Windows 10 Education saranno, invece, disponibili a partire dal primo di agosto. In caso di incompatibilità con il PC, Microsoft fornirà tutti i dettagli su come provare a risolverli, in ogni caso la maggior parte dei problemi non dovrebbero impedire l’installazione di Windows 10. Eventuali aggiornamenti di driver e programmi potranno essere eseguiti successivamente attraverso il Windows Store o Windows Update.