Amelya, la segreteria diventa virtuale

di Noemi Ricci

scritto il

La segreteria diventa virtuale grazie all’idea innovativa di una giovane azienda romana, Amelya. Il servizio online consente di abbandonare il concetto di ufficio come struttura fisica per passare ad un paradigma più dinamico, flessibile ed economicamente vantaggioso.

Di fatto, il tempo passa ma il ruolo della segretaria e le attività  connesse permangono in tutte le realtà  aziendali. Indipendentemente dalle dimensioni dell’impresa, questo lavoro, spesso considerato ad un livello più basso rispetto ad altre mansioni, risulta invece determinante per l’immagine e per la corretta operatività  quotidiana.

Con questi presupposti nasce e si sviluppa l’azienda tutta italiana Amelya, che intende trasformare l’ormai consolidato concetto di ufficio fisico a favore di un più attuale e dinamico ufficio virtuale.

In questo contesto anche il ruolo di segretaria diventerebbe un servizio web e si rende disponibile non solo alle aziende di una certa dimensione, che già  nel proprio organico prevedono persone dedicate alla segreteria, ma anche a piccole imprese e professionisti, che magari non disporrebbero di sufficiente liquidità  per l’assunzione di una segretaria.

picture-11.pngAmelya ha puntato da subito sull’evoluzione dei modelli di gestione aziendale ed ha potuto beneficiare della sempre maggiore diffusione delle connessioni internet a banda larga. In questo modo da una prima fase autofinanziata l’emergente società  è riuscita a vincere un bando del Comune di Roma per i progetti di riqualificazione delle aree periferiche e ha espanso i suoi orizzonti differenziando anche l’offerta commerciale.

Tra queste la classica formula a consumo, che permette di disporre di un assistente a distanza, pagando in funzione dei reali servizi di segreteria utilizzati. Tra questi la gestione degli appuntamenti, della rubrica dei contatti, della messaggistica sia vocale che SMS e della gestione documentale.

Sul territorio nazionale le necessità  dei clienti riguardano soprattutto le comunicazioni telefoniche, anche in orari serali o festivi in cui solitamente non si ha la disponibilità  di una persona fisica. Interessanti invece i rapporti con i clienti esteri, che spesso richiedono l’intervento della segretaria virtuale per revisionare dal punto di vista linguistico le mail da mandare ai contatti italiani, oppure per redigere, correggere e completare cataloghi e volantini pubblicitari.