Google ha scelto StarOffice e non OpenOffice

di Stefano Ferrario

scritto il

La comunità open source a ferragosto ha avuto una botta di caldo non indifferente. L’afa nell’aria non era nulla in confronto alla notizia apparsa ovunque sul web: Google sceglie StarOffice per il suo GooglePack e non OpenOffice.

La notizia ha fatto il giro del mondo e in pochi minuti è scoppiato il caos! Perchè? Perchè mai Big G ha scelto uno e non l’altro?

Lasciamo per un momento da parte il mistero della scelta e vediamo noi cosa ci guadagniamo scaricando il Google Pack:

  1. tanto per iniziare, è gratis!
  2. contiene convertitori per importare ed esportare i documenti in Microsoft Office
  3. ha un’ottima integrazione con Google Desktop. I documenti salvati vengono automaticamente indicizzati e da ogni applicativo è possibile cercare in Google
  4. i fonts, templates e le clip-art non sono opensource, quindi di proprietà

Ovviamente le indiscrezioni nate dietro a questa notizia sono tantissime (forse vere, forse no):

  • a breve verrà implementata la possibilità di integrazione fra StarOffice e Google Docs&Spreadsheets
  • in StarOffice sono presenti dei componenti non open-source (come font, template, clip-art e soprattutto convertitori da e per Microsoft Office)
  • è tutta un’opera commercial-finanziaria per rafforzare ancora di più il legame fra Google e Sun
  • alcune nuove applicazioni della suite Google Docs (Calc e Writer) verranno sviluppate in Java
  • Google si vuole tenere buona la Sun per lo sviluppo del sistema operativo su gPhone

Alla fine a guardarli bene StarOffice e OpenOffice sembrano uguali, ma secondo le FAQ di Sun attualmente StarOffice è superiore a OpenOffice per i seguenti motivi:

  • più modelli di documenti
  • più clipart grafiche
  • più font
  • correttore ortografico e thesaurus
  • strumento di configurazione centralizzato

…e ce ne sarebbero altri… Google ha scelto. Voi cosa scegliete? Meglio StarOffice o OpenOffice.org?