Kindle Fire, il tablet secondo Amazon

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Amazon ha presentato ufficialmente Kindle Fire, un vero e proprio tablet tuttofare che unisce l'esperienza di Amazon nel campo della distribuzione digitale ad un prezzo decisamente contenuto.

Amazon ha mostrato al mondo Kindle Fire, tablet che va oltre lo storico concetto di eBook reader per sfidare il predominio di Apple iPad (confronta i device), grazie all’esperienza di Amazon nel campo della distribuzione digitale e a un prezzo decisamente interessante: solo 199 dollari.

Dal punto di vista hardware, Amazon Kindle Fire presenta uno schermo da 7 pollici a colori (è comunque attesa una versione da 10 pollici), processore dual-core da 1GHz e 8Gb di RAM, il tutto all’interno di un apparecchio dal peso di soli 413 grammi. Il sistema operativo installato è la versione 2.3 di Android, con una interfaccia profondamente personalizzata.

A prima vista può stupire la mancanza di microfono, fotocamera e connettività 3G, a favore del solo modulo Wi-Fi. In realtà di tratta di una scelta progettuale ben precisa, mirata a ridurre il più possibile il prezzo finale del prodotto.

Amazon punta quindi sul low-cost, offrendo un prodotto più “semplice” rispetto a quanto offerto da Apple ma decisamente più alla portata di tutti (circa 300 dollari in meno del modello più economico di iPad) e su caratteristiche peculiari quali l’accesso all’Amazon Cloud Storage, con la possibilità di acquistare 100mila film e show televisivi, 17 milioni di brani musicali, applicazioni per Android e libri.

Negli Stati Uniti (Kindle Fire non è per il momento pensato per il mercato italiano), l’acquisto del tablet darà diritto a 30 giorni di accesso gratuito ad Amazon Prime, piattaforma dedicata alla distribuzione di contenuti multimediali, come ad esempio i film in streaming.

L’arrivo di Kindle Fire, previsto per il 15 novembre, potrebbe facilmente aprire nuove porte all’interno del mercato editoriale grazie all’esperienza di Amazon in questo settore e all’ottimo rapporto prezzo-qualità del prodotto. Per milioni di persone, l’opportunità di sfogliare riviste, quotidiani e libri spendendo come per un eReader pur senza penalizzare la magia delle illustrazioni e la bellezza delle fotografie. L’editoria dovrà pertanto guardare con profonda attenzione al mondo Kindle: è un nuovo modo di pensare la distribuzione e mai come in questo caso il ponte tra il cartaceo e digitale è stato dipinto con tanta concretezza.

I Video di PMI