Tratto dallo speciale:

SMAU 2010: in Italia molto Internet Mobile ma pochi investimenti ICT

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Secondo l'Osservatorio Smau, cresce l'utilizzo di Internet in mobilità (11 milioni di navigatori), ma le aziende stentano ancora ad investire nelle ICT

Ben 11 milioni gli Italiani navigano in mobilità, attraverso smartphone e cellulari di nuova generazione, per un fatturato che entro fine 2010 raggiungerà i 550 milioni di euro, pari a nna crescita del 40%. E’ uno dei dati più interessanti diffusi dall’Osservatorio Smau, “finestra” sul mercato ICT della School of Management del Politecnico di Milano.

Il boom del Mobile Web è destinato a consolidarsi: grazie ai device di ultima generazione, come quelli presentati a Smau 2010, è possibile accedere ai contenuti della Rete con una resa paragonabile ai sistemi desktop.

Cresce inoltre il download di applicazioni per smartphone dai differenti Store, in grado di rendere tali terminali sempre più appetibili. Grazie anche ai nuovi tablet, nel prossimo triennio si prevede, per quanto riguarda l’accesso a Internet, un sorpasso dei dispositivi mobili sui desktop.

Nonostante il boom attuale dei sistemi mobili e le previsioni di crescita, le imprese stentano però ancora ad investire in ICT: l’Advertising Mobile segna infatti un timido +6%, a dispetto dei numeri mostrati dall’Internet Mobile e di un momento in cui il settore dell’Rlettronica riguadagna terreno, con smartphone, tablet Pc in testa alle classifiche di vendita.

Secondo la ricerca dell’Osservatorio, tuttavia, negli ultimi 2 anni sarebbero aumentate dal 12% al 17% le Pmi italiane che stanno impiegando in modo “evoluto” la tecnologia, con la Lombardia in testa alla classifica.

I Video di PMI