Soluzione Mobile a servizio dei disabili visivi

di Marianna Di Iorio

scritto il

Si tratta di un progetto di IBM reso possibile grazie alla collaborazione con la Fondazione ASPHI onlus e in accordo con Nokia e Cisco

Per consentire l’accesso alle applicazioni e alle funzionalità aziendali del mondo Mobile ai dipendenti non vedenti o ipovedenti, IBM Italia, in collaborazione con Fondazione ASPHI onlus (Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), Nokia Italia e Cisco, ha deciso di lanciare la soluzione Mobile Wireless Accessibility (MWA).
MWA ha lo scopo di integrare, in unico prodotto, la comunicazione in mobilità, il wireless e l’accessibilità per consentire ai disabili visivi di accedere a quelle mansioni che finora non hanno potuto svolgere.

l progetto, avviato nel 2004, è stato portato avanti da un project manager di IBM e dieci dipendenti tra non vedenti, ipovedenti e utenti normali che sono riusciti a sperimentare e perfezionare una nuova architettura grazie a cui oggi è possibile, secondo quanto si legge nel comunicato stampa ufficiale, svolgere diverse funzioni dalla messagistica fino alla gestione amministrativa.

Nei prossimi tre mesi altri cinquanta utenti di IBM Italia, scelti tra over 50 e disabili visivi, prenderanno parte al progetto per consentire l’aggiornamento e l’ampliamento della soluzione. Inoltre, entro fine anno la collaborazione sarà estesa anche ai laboratori di IBM in Francia e in Regno Unito.