Richiesta cessione credito per Superbonus: usufrutto o nuda proprietà?

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Rocco chiede:

Mia moglie ha acquistato un immobile con mutuo a lei intestato: per ristrutturarlo, chi deve fare la richiesta del 110%: io usufruttuario oppure lei con nuda proprietà?

Avete entrambi un titolo abitativo idoneo per utilizzare il Superbonus 110% con relativa cessione del credito: l’incentivo spetterà poi a chi effettivamente paga le spese.

Nella platea dei beneficiari sono compresi sia il caso della nuda proprietà (nel vostro caso sua moglie) sia quello dell’usufrutto (nel vostro caso sarebbe lei). Di conseguenza, ognuno di voi due può singolarmente utilizzare la pagare i lavori e sfruttare la detrazione relativa ad interventi agevolati con Superbonus, oppure potete sostenere entrambi la spesa, dividendo poi il beneficio fiscale.

La Guida dell’Agenzia delle Entrate al Superbonus chiarisce che la detrazione spetta:

ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base a un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese, se antecedente il predetto avvio.

Riassumendo, quindi, sia un usufruttario sia un nudo proprietario (o entrambi assieme) hanno diritto ad effettuare (pagando) lavori trainanti e trainati che danno accesso al 110, per poi utilizzare la detrazione in dichiarazione dei redditi oppure scegliendo le opzioni disponibili che consentono lo sconto in fattura o la cessione del credito.

 

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz