Web 2.0 Expo: Gmail punta su Mobile e ricerca vocale

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Google ha presentato nel corso del Web 2.0 Expo una versione della Web application Gmail indirizzata ai dispositivi mobili, oltre a riproporre la ricerca vocale come il futuro della ricerca

Il Web 2.0 Expo di San Francisco è stata l’occasione per Google offrire un primo assaggio di ciò che potrebbe rappresentare la migrazione di Gmail verso il mobile, oltre a presentare le ultime novità in fatto di riconoscimento vocale, vera e propria scommessa nel campo della ricerca.

Gmail per cellulari sarebbe una web application ancora a livello di prototipo, ma dovrebbe garantire le stesse funzionalità delle versioni oggi disponibili per BlackBerry e Android, grazie ad una interfaccia Web-based sviluppata in HTML 5.

Si tratta di una tecnologia ancora in fase di definizione da parte del World Wide Web Consortium, ma che permette l’accesso alle email anche in caso di mancanza di connessione a Internet e garantisce la compatibilità con un gran numero di dispositivi mobili.

Il prototipo per iPhone e piattaforma Android mostrato nel corso dell’Expo Web 2.0 presenta una barra strumenti posta sopra la inbox tramite cui cancellare e archiviare le email, oltre ad offrire ulteriori e non ben specificate funzionalità.

Google rispolvera inoltre le tecnologie basate sul riconoscimento vocale, in grado di costituire secondo la società il vero balzo in avanti nel campo delle ricerche in un prossimo futuro, nonostante le barriere dovute alla lingua e ai diversi accenti.

Lanciata inizialmente da Google sull’iPhone, tale tecnologia secondo le parole del vice presidente di Google, avrebbe sin da subito migliorato di un 15% l’accuratezza nel riconoscimento, migliorando di continuo con l’utilizzo da parte degli utenti.

I Video di PMI