Sempre di più verso l’ufficio in mobilità?

di Claudio Mastroianni

scritto il

Secondo una ricerca condotta su oltre 200 manager fra Stati Uniti e Europa, l'uso di applicazioni enterprise sul cellulare aumenterà esponenzialmente di anno in anno

Dal successo crescente di Blackberry alla recente introduzione dei software gestionali anche sull’iPhone, sembra che la telefonia mobile sia destinata a ricoprire un ruolo sempre maggiore all’interno delle routine produttive aziendali e nella vita di manager e impiegati.

Un trend confermato anche da un recente studio di Coleman Parkes, condotto su oltre 200 manager europei e statunitensi.

Secondo l’analisi, infatti, l’uso di internet, email e calendari online è già diffuso in oltre il 90% delle compagnie, con più della metà degli impiegati dotati di un dispositivo mobile fornito direttamente dall’azienda.

Una “rivoluzione” vista di buon occhio da dirigenti e lavoratori, secondo i quali l’uso di cellulari e smartphone ha portato ad un aumento della produttività superiore al 20%. E sono già in molti a chiedere dispositivi più potenti e nuovi servizi orientati ai bisogni della clientela business.

Desideri che gli operatori mobili farebbero bene a tenere in seria considerazione, viste anche le conclusioni dello studio di Coleman Parkes. Che rivela: entro il 2009 le aziende aumenteranno in maniera significativa l’uso di applicativi mobili nelle proprie routine lavorative. VoIP e messaggistica istantanea in testa, usati da almeno l’80% delle imprese.